Patuanelli non esclude ritorno all'IRI: "Se serve sì"

Mercoledì 27 Novembre 2019
(Teleborsa) - "Tornare all'Iri? Se serve, assolutamente sì". Lo ha detto il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, nel corso di un'audizione in Senato.

"Siamo pronti a farlo in un momento in cui è necessario proteggere le nostre imprese e la produzione industriale del Paese", ha aggiunto. Si torna, dunque, a parlare dell'Iri, l'Istituto per la Ricostruzione Industriale protagonista dell'interventismo pubblico nell'economia tra il 1933 e il 2002.

"Da un lato ci si dice che dobbiamo difendere l'interesse nazionale, dall'altro quando si pensa all'entrata dello Stato in certe tipologie di produzioni, a nazionalizzazioni, ci si dice: "eh ma voi state tornando all'Iri", ha sottolineato il Ministro pentastellato, che non ha affatto escluso questa soluzione, specie in un momento in cui sul tavolo dell'esecutivo spiccano alcuni dossier bollenti come ex-Ilva e Alitalia, il cui futuro è tutto da scrivere.

Le parole di Patuanelli, intanto, hanno incassato il plauso della Cgil. Tra l'altro, non più tardi di un mese fa, proprio il Segretario generale Maurizio Landini aveva auspicato l'istituzione di "un'agenzia per lo sviluppo, una sorta di nuova Iri".


© RIPRODUZIONE RISERVATA