Pensioni pagamento aprile 2021 alle Poste anticipato per l'emergenza Covid: ecco le date

Domenica 14 Marzo 2021
Pensioni, pagamento di aprile in contanti alle Poste anticipato per l'emergenza

Pensioni, anche per gli assegni di aprile, come già avvenuto nei mesi scorsi segnati dall'emergenza Covid, il pagamento avverrà in anticipo. La misura, decisa dalla Protezione civile per contenere gli assembramenti negli uffici postali, è prevista anche per le pensioni del mese di maggio. 

Effetto Covid sulle pensioni: gli assegni saranno più leggeri, ma non cambia l'età

L’anticipo dei termini di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Inps (trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per gli invalidi civili) per i mesi di marzo, aprile e maggio, è stato disposto con una ordinanza del 12 febbraio scorso dal Capo Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Il provvedimento, «anche al fine di consentire l’accesso scaglionato e contingentato degli utenti presso gli uffici di Poste Italiane, prevede l’anticipo delle riscossioni delle competenze» del mese di aprile, dal 26 marzo al 1° aprile 2021.

 

In base al calendario diffuso da Poste Italiane il mese scorso, il pagamento avverrà secondo questi scaglioni:

i cognomi         
dalla A alla B venerdì 26 marzo
dalla C alla D sabato mattina 27 marzo 
dalla E alla K lunedì 29 marzo
dalla L alla O martedì 30 marzo
dalla P alla R mercoledì 31 marzo

dalla S alla Z giovedì 1 aprile

L'accredito. Le pensioni del mese di aprile verranno inoltre accreditate a partire dal 26 marzo per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 Atm Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Pensioni, la spesa previdenziale schizza al 17% del Pil

Consegna della pensione con i carabinieri. Infine va ricordato che i cittadini con più di 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Il pagamento sul conto corrente. Per chi riceve la pensione sul conto corrente il pagamento è previsto, come di consueto, il primo giorno bancavbile del mese, quindi questa volta il 1° aprile. «Si rammenta - si legge in una circolare dell'Inps del 18 dicembre scorso - che i pagamenti dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché delle rendite vitalizie dell'Inail sono effettuati il primo giorno bancabile di ciascun mese, o il giorno successivo se si tratta di giornata festiva o non bancabile, con un unico mandato di pagamento,fatta eccezione per il mese di gennaio nel quale il pagamento viene eseguito il secondo giorno bancabile (art. 1, comma 184, della legge 27 dicembre 2017, n. 205)».

 

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 17:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA