Petrolio e gas estendono le perdite dopo le parole di Putin

Giovedì 7 Ottobre 2021
Petrolio e gas estendono le perdite dopo le parole di Putin

(Teleborsa) - A quasi 24 ore di distanza dall'intervento del presidente russo Putin sulla crisi energetica europea (ma con riflessi globali), i prezzi di petrolio e gas continuano a scendere. Intanto, il viceministro dell'Energia russo Pavel Sorokin ha affermato che l'OPEC+ non dovrebbe consentire al mercato di surriscaldarsi, secondo quanto riportato dall'agenzia russa Interfax. Il gruppo, che include la Russia, lunedì ha ignorato alcune richieste di aumentare la produzione più velocemente per aiutare a calmare i prezzi.

Alle 11.00, i future sul greggio Brent di dicembre hanno raggiunto i 79,83 dollari al barile, in diminuzione di 1,25 dollari o dell'1,54%. I future sul greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) di novembre scambiano in ribasso di 1,71 dollari, o del 2,21%, a 75,72 dollari al barile. Il future sul Henry Hub Natural gas è in calo del 4,5% a 5,42 dollari per milione di Btu, mentre il future ICE olandese TTF è sceso a 90,3 euro a megaWatt all'ora (-16%) e l'inglese ICE NPB a 244 pence (-8%).

Della crisi energetica è tornata a parlare anche la presidente della commissione UE Ursula von der Leyen. "In queste settimane abbiamo visto quanto sia cruciale ridurre la dipendenza UE dal gas o dal petrolio - ha affermato introducendo il summit sugli investimenti sostenibili europei - Ogni euro speso nelle energie rinnovabili aiuterà il pianeta e i consumatori. Noi dobbiamo essere più indipendenti" dal punto di vista energetico". "Il nuovo budget europeo, assieme al Recovery Plan, prevede 600 miliardi di euro per investimenti verdi, è il più grande programma di investimenti sul clima al mondo", ha aggiunto.

Inoltre, nella serata di ieri il segretario all'Energia degli Stati Uniti Jennifer Granholm ha dichiarato che l'amministrazione USA potrebbe considerare l'utilizzo delle scorte petrolifere di emergenza del Paese (Strategic Petroleum Reserve) per raffreddare i prezzi della benzina, che hanno raggiunto i massimi di sette anni. "È uno strumento che è in esame", ha detto Granholm ad un evento sulla transizione energetica del Financial Times.

© RIPRODUZIONE RISERVATA