Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Philip Morris, nuove misure a sostegno della filiera del tabacco

Due le misure a vantaggio dei coltivatori: aumento dei prezzi del Tabacco Virginia ed erogazione anticipata del contributo previsto dal contratto legato ai parametri di sostenibilità eco-energetica della filiera

Venerdì 23 Settembre 2022
Philip Morris, nuove misure a sostegno della filiera del tabacco

Philip Morris Italia e Coldiretti ancora al fianco dei produttori con un nuovo provvedimento a sostegno della filiera del tabacco italiana.

Due le misure a vantaggio dei coltivatori: la prima prevede un aumento dei prezzi del Tabacco Virginia che consente di supportare i produttori in un momento di massima necessità determinato dal caro energia. La seconda, l’erogazione anticipata del contributo previsto dal contratto legato ai parametri di sostenibilità eco-energetica della filiera.

L’obiettivo è garantire risposte e soluzioni tempestive attraverso cui far fronte alle criticità emerse in questi mesi, dagli eventi atmosferici avversi alle difficoltà dovute alla crisi energetica e al cash flow a disposizione dei produttori, in questo periodo dove si materializza l’incidenza maggiore sulle spese.

Già lo scorso febbraio Philip Morris Italia e Coldiretti avevano sottoscritto un accordo 'salva raccolti' con cui fronteggiare i rincari energetici: con queste ultime due misure sale a 11 milioni di euro l’investimento aggiuntivo da parte di Philip Morris.

Le misure

Due le misure a vantaggio dei coltivatori: aumento dei prezzi del Tabacco Virginia ed erogazione anticipata del contributo previsto dal contratto legato ai parametri di sostenibilità eco-energetica della filiera
L’obiettivo è duplice: garantire risposte e soluzioni tempestive per rispondere alle criticità nell’immediato e portare avanti il percorso di sostenibilità della filiera nel medio-lungo periodo.

«Ancora una volta siamo presenti e vicini alla filiera del tabacco e alle migliaia di persone che ci lavorano. In una fase tanto delicata facciamo la nostra parte per dare certezze nell’immediato e creare le condizioni per proseguire nel percorso di sostenibilità intrapreso già da anni con Coldiretti e le imprese agricole” – parole di Cesare Trippella, Head of Leaf Eu di Philip Morris, che ha aggiunto: «Siamo consapevoli che il processo di transizione eco-energetica e digitale sia necessario per affrontare le sfide del medio termine. Al contempo, dobbiamo lavorare con tutta la filiera, per mettere in campo iniziative di ottimizzazione e semplificazione volte a mitigare gli impatti di future situazioni congiunturali e rimanere così competitivi nel contesto internazionale».

«Gli interventi economici messi in campo rappresentano un gesto di responsabilità concreta da parte di Philip Morris e un segnale di attenzione importante per le aziende agricole in questo momento di forte incertezza e instabilità; assistiamo, infatti, ad una crescita continua dei costi di produzione, in particolare energetici – ha affermato Gennarino Masiello, Presidente dell’Organizzazione Nazionale Tabacco Italia e Vice Presidente nazionale di Coldiretti. “Tutto ciò, è importante ricordarlo, si realizza nell’ambito di un accordo di filiera tra Coldiretti e Philip Morris che non ha eguali nel settore del tabacco, dove sono continuamente stimolati investimenti in qualità, innovazione, transizione digitale e sostenibilità ambientale. Tuttavia, in questa fase storica è importante che anche le Istituzioni rafforzino il proprio contributo al settore per salvaguardare nei diversi territori i valori economici ed occupazionali, ha concluso il Presidente Masiello.

Ultimo aggiornamento: 15:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA