Professioni più richieste nel 2021: developer, comunicazione on line e cybersecurity

Giovedì 1 Ottobre 2020 di Silvia De Cesare

Sono cinque le professioni più richieste nel 2021: developer, comunicazione on line, risorse umane, agroalimentare, cybersecurity. A stilare la classifica è il Sistema informativo Excelsior (una delle fonti più utilizzate per seguire le dinamiche relative al settore lavorativo) strutturato da Unioncamere e Anpal. Secondo questa analisi, in queste settimane sono previste 310 mila assunzioni, con una riduzione del 28,7% rispetto ai dati dello scorso anno. Numeri e mestieri figli del tempo e consequenziali al Covid che ha indubbiamente modificato molte dinamiche quotidiane nonché professionali.

In quest’ottica la figura del developer, sviluppatore di applicazioni web, è in assoluto al primo posto tra le richieste del 2021 e, probabilmente, ora che il web ha acquisito un ruolo strategico essenziale, manterrà il primato ancora a lungo. Al pari anche i professionisti che operano nel settore della comunicazione digitale, un’attività che ha rafforzato il suo ruolo nella fase della pandemia durante la quale molte attività sono riuscite a superare le difficoltà del periodo solo grazie alle innumerevoli possibilità offerte dal web e dai social network. In un’era così multimediale e tecnologica le risorse umane continuano a svolgere una funzione preponderante, tale da richiedere, in modo categorico, la presenza di esperti in carne ed ossa. Nel quadro spicca anche il settore agroalimentare che, secondo il rapporto stilato dall’Anpal e Unioncamere, sarà uno di quelli più in crescita nell’ultimo anno, con particolare riguardo a quello della qualità e controllo. Tra le professioni emergenti più ricercate infine c'è quella del Cyber Security Specialist che si occupa di vulnerability assessment, information e network security.
 

Video

Non rimane che mettersi al passo percorrendo la strada maestra verso il mondo del lavoro che si compone di master e opportunità di stage. Secondo Almalaurea, il tasso di occupazione di chi ha ottenuto un diploma di Master è dell'88,6%, in aumento del 6% ogni anno, con lo stage assicurato nel 64% dei casi. L'efficacia del titolo per trovare lavoro è di oltre il 55% dei diplomati, con uno stipendio di ingresso più alto del 35% rispetto ai laureati magistrali. A questo proposito Time Vision, tra le prime agenzie formative accreditate in Regione Campania e Regione Lombardia e tra le principali agenzie per il lavoro accreditate al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (la realtà si avvale di un’esperienza ventennale nel settore e vanta tre sedi a Castellamare, Napoli e Milano) ha messo a punto un’offerta formativa basata proprio sulle attuali e future esigenze del mercato del lavoro. Per gli sviluppatori propone per esempio il progetto Growtech, un corso di formazione gratuito, organizzato nell'ambito del programma operativo nazionale Anpal «Iniziativa Occupazione Giovani - Competenze ICT per giovani del Mezzogiorno» destinato agli iscritti a Garanzia Giovani. Per la comunicazione digitale è possibile per ancora pochi giorni iscriversi al Master in Social Media e Digital Marketing, organizzato in modalità online, mentre quello in Gestione delle Risorse Umane è una delle soluzioni più interessanti per quanti desiderano operare nel settore e ottenere concrete possibilità di lavoro a seguito della certificazione. Circa questo Master, è da sottolineare che Time Vision ha ottenuto il patrocinio dell'Aidp Campania, associazione italiana per la direzione del personale.

Fiore all’occhiello dell’Academy il Master in Qualità e Sicurezza Alimentare: i partecipanti otterranno ben otto certificazioni da spendere in modo immediato nel mondo del lavoro. Con questo ampio ventaglio di proposte l’azienda (il team ad oggi si compone di oltre 50 professionisti, in grado di unire l’innovazione tecnologica alla passione, all’esperienza e all’intuizione) ribadisce il proprio obiettivo: affiancare le imprese e i professionisti, creare con loro una partnership duratura che possa supportarli concretamente nella crescita sia in termini organizzativi che qualitativi, in un mercato del lavoro complesso e in continua evoluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA