Da Quota 100 all'opzione donna, ecco le risposte alle tue domande

Martedì 29 Gennaio 2019
La domanda di può presentare all'Inps via telematica. Il cittadino in possesso delle credenziali di accesso (PIN rilasciato dall'Istituto, SPID o Carta nazionale dei servizi) - spiega l'Istituto - può compilare e inviare la domanda telematica di accesso alla pensione disponibile fra i servizi on line, sul sito www.inps.it, nella sezione Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci. Una volta effettuato l'accesso e scelta l'opzione Nuova domanda nel menù di sinistra, occorre selezionare in sequenza: per la pensione c.d. quota 100: Pensione di anzianità/vecchiaia > Pensione di anzianità/anticipata > Requisito quota 100; per la pensione anticipata: Pensione di anzianità/vecchiaia > Pensione di anzianità/anticipata > Ordinaria; per la pensione anticipata c.d. opzione donna: Pensione di anzianità/vecchiaia > Pensione di anzianità/anticipata > Contributivo sperimentale lavoratrici.

La modalità di presentazione delle domande è utilizzabile da parte dei lavoratori iscritti alle Gestioni private, alla Gestione pubblica e alla Gestione spettacolo e sport, anche al fine di chiedere, per la pensione quota 100, il cumulo dei periodi assicurativi.


Intanto la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, in attesa della prassi attuativa che potrà consentire di richiedere le nuove prestazioni pensionistiche varate con il Decreto legge n.4/2019, pubblicato sulla G.U. n.23 del 28 gennaio 2019, ha pubblicato l'approfondimento contenente le prime FAQ sulle diverse novità in campo. Da Quota 100 all'opzione donna, dal congelamento della speranza di vita per la pensione anticipata fino ai nuovi riscatti di laurea agevolati. Domande e risposte che sintetizzano gli effetti che la promulgazione del D.l. comporta nel panorama dei pensionamenti e degli esodi aziendali delle Gestioni Inps. Particolare attenzione è riservata alla nuova pensione in Quota 100, che offrirà un anticipo sostanzioso (almeno 5 anni rispetto alla pensione di vecchiaia, fino a 4 anni e 10 mesi rispetto alla pensione anticipata ordinaria) e nuovi scenari di esodo aziendale.


Clicca qui per avere risposte alle tue domande Ultimo aggiornamento: 15:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA