Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Revlon, fallimento per debiti: la multinazionale dei cosmetici di New York sventola bandiera bianca

Giovedì 16 Giugno 2022
Revlon, fallimento per debiti: la multinazionale dei cosmetici di New York sventola bandiera bianca

Revlon, la popolare marca di cosmetici di New York, è fallita. L'istanza di fallimento, che in America si attiva con il Capitolo 11 (Chapter Eleven), è stata presentata oggi perché l'azienda è letteralmente sommersa dai debiti. 

La multinazionale con 90 anni di storia ha presentato istanza di protezione per bancarotta ai sensi del Capitolo 11, appesantita dal carico di debiti, dalle interruzioni della rete di fornitura e dall'aumento dei costi.

L'azienda, con sede a New York, ha dichiarato che si aspetta di ricevere 575 milioni di dollari di finanziamenti dai suoi attuali finanziatori, che le permetteranno di mantenere le operazioni quotidiane.

Nessuna delle filiali operative internazionali di Revlon è inclusa nel procedimento, ad eccezione del Canada e del Regno Unito. Il deposito è avvenuto presso il tribunale fallimentare degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, Revlon, i cui marchi, da Almay a Elizabeth Arden, sono stati un pilastro sugli scaffali dei negozi per decenni, ha lottato per anni per non essere riuscita a tenere il passo con l'evoluzione dei gusti di bellezza e con una concorrenza più agguerrita.

L'azienda è sostenuta dalla MacAndrews & Forbes del miliardario Ron Perelman.

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA