Spid per i minorenni in arrivo, ecco come ottenere l'identità digitale

Mercoledì 23 Marzo 2022 di gi.fr.
Spid per i minorenni in arrivo, ecco come ottenere l'identità digitale

Anche i minorenni potranno avere lo Spid. Nella determinazione del 3 marzo scorso (n.51) l’AgID, Agenzia per l’Italia Digitale, ha stabilito delle linee guida che riguardano appunto la possibilità di fruire dell'identità digitale per i minorenni, divisi in due fasce d'età: dai 14 anni in su, dai 5 ai 14 anni.  Il servizio di identità digitale per i minori di 14 anni avverrà per un periodo sperimentale, fino al 30 giugno 2023. Con lo Spid anche le ragazze e i ragazzi potranno accedere ai servizi della pubblica amministrazione a loro rivolti.   

La richiesta

La richiesta dello Spid per il minore deve essere fatta dal genitore, il quale a sua volta deve accedere con il proprio Spid. Il genitore  dovrà dichiarare di essere il responsabile del minore in favore del quale intende chiedere il rilascio e fornire i propri dati anagrafici, codice fiscale, email.  Non sarà invece obbligatorio comunicare il numero di telefono cellulare del minore. In questo caso, le comunicazioni di sicurezza saranno inviate al telefono del genitore e l’eventuale autenticazione a due fattori (necessaria per lo SPID di secondo livello) sarà effettuata in modo alternativo, ad esempio tramite mail.

INPS, arriva il Portale delle Famiglie per richiesta informazioni e prestazioni

Il provider genera, poi, il codice del genitore e il codice di verifica assegnato al minore. Dopo aver verificato l’autorizzazione del genitore al rilascio di Spid il gestore procederà all’identificazione del minore, confrontando i dati forniti dal genitore con il documento di identità del minore (tessera sanitaria/carta di identità). Nel caso in cui il riconoscimento venga effettuato di persona, il minore sotto i quattordici anni dovrà essere affiancato dal genitore.

Notifiche ai genitori

Una volta ricevuta l’identità digitale i minori potranno fruire autonomamente dei servizi online tramite Spid, fermo restando in specifici casi l’autorizzazione da parte del genitore, che sarà allertato da notifiche push in tempo reale su ogni operazione. Il minore che ha intenzione di accedere ai servizi in rete invia una richiesta di autorizzazione al genitore in tempo reale con i seguenti dati: nome del minore nome del fornitore di servizi per cui dare l’ok data e ora del tentativo di accesso e dati personali richiesti.  Utilizzando le proprie credenziali Spid, quindi, il genitore può controllare, confermare o interrompere, qualunque richiesta proveniente dall’identità digitale del figlio.Il genitore può scegliere la durata dell’autorizzazione concessa all’identità digitale del minore: si possono autorizzare accessi a specifici servizi fino a un anno.  Nel caso in cui il minore tenta di accedere ad un servizio per cui ha già un’autorizzazione valida, allora viene autenticato e può usare il servizio. Se invece l'autorizzazione manca, il sistema invia al genitore una notifica push che indica il nome del minore, il servizio cui ha tentato di accedere e la data e l’ora del tentativo di accesso. A quel punto, il genitore decide se rilasciare o meno l’autorizzazione, indicandone anche la durata.

Over 14 

I ragazzi che hanno più di 14 anni potranno accedere con l’identità digitale a tutti i servizi loro dedicati da parte della Pubblica Amministrazione. Potranno ad esempio  accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico oppure alla verifica dei punti patente per ciclomotori.

Le linee guida distinguono due tipologie di procedura per la fruizione dei servizi in rete da parte dei minori:

Procedura A : Il fornitore dei servizi non deve richiedere al genitore l’autorizzazione all’accesso al servizio da parte del minore. Si tratta di servizi erogati dagli istituti scolastici di ogni ordine e grado e servizi di prevenzione o di consulenza forniti direttamente al minore.

Procedura B: Il fornitore dei servizi deve richiedere al genitore l’autorizzazione all’accesso al servizio da parte del minore. In questo caso il provider di identità digitale invierà al genitore responsabile una notifica in tempo reale per confermare l’autorizzazione

Pensioni, Quota 102: requisiti, finestre disponibili e invio delle richieste. Domande e risposte

Under 14

Avranno accesso allo Spid anche i minori dai 5 ai 14 anni, i quali però potranno fruire solo dei servizi online previsti dalle scuole. 

I genitori avranno la possibilità di accedere ad una panoramica di tutte le operazioni effettuate dai loro figli.

 

Ultimo aggiornamento: 19:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA