Benzina, sconto da oggi ma a beneficiarne saranno soprattutto gli automobilisti più ricchi: il report

Taglio accise sul carburante, a beneficiarne saranno gli automobilisti più ricchi: il report
Taglio accise sul carburante, a beneficiarne saranno gli automobilisti più ricchi: il report
Martedì 22 Marzo 2022, 15:33 - Ultimo agg. 23 Marzo, 16:43
3 Minuti di Lettura

Si deve al celebre poeta romantico inglese Percy Bisshe Shelley l'aforisma «The rich get richer and the poor get poorer»: tradotto, i ricchi diventano più ricchi e i poveri si impoveriscono. Un'espressione che potrebbe essere utile per sintetizzare l'ultimo studio di Transport&Environment, l'ombrello europeo per le organizzazioni non governative che lavorano nel campo dei trasporti e dell'ambiente, condotto sul taglio alle accise sul carburante. 

Il report, infatti, rivela che saranno soprattutto gli automobilisti più ricchi - pari al 10% del totale - a beneficiare di questa riduzione, che arriveranno a risparmiare 8 volte di più rispetto al 10% più povero, perché consumano molto più carburante. Gli automobilisti più ricchi guidano di più, spesso da soli e con veicoli più grandi e più inquinanti. Ad esempio, una riduzione di 15 centesimi delle accise sul carburante in sei mesi ridurrà il conto di un guidatore di Bwm X5 di 300 euro rispetto agli 85 euro di un conducente di una Citroen C3. Nel frattempo, le persone che prendono i mezzi pubblici non ricevono nulla.

Il rapporto suggerisce che i governi dovrebbero invece imporre una tariffa all'importazione sul petrolio russo, per aumentare le entrate per il sostegno in contanti alle famiglie a basso reddito e la sicurezza energetica dell'Europa.

Griffin Carpenter, analista automobilistico di T&E, ha dichiarato: «I governi dell'Ue affermano di essere dalla parte dell'Ucraina, ma invece di tassare il petrolio russo, lo stanno sovvenzionando con 9 miliardi di euro dei contribuenti. Ci sono modi migliori in cui i governi possono aiutare le persone. Potremmo imporre un dazio o una tassa sulle importazioni di petrolio russe in questo momento. Invece di sovvenzionare i ricchi conducenti di auto che consumano benzina, il sostegno in denaro potrebbe essere distribuito in modo più equo alle famiglie che ne hanno davvero bisogno».

Video

«Il modo più semplice per evitare i prezzi elevati del petrolio - continua Griffin - è consentire alle persone di guidare di meno. I governi dovrebbero rendere il lavoro a casa un diritto e ridurre temporaneamente le tariffe dei trasporti pubblici. Se i governi vogliono aiutare le famiglie a basso reddito dipendenti dall'auto, dovrebbero abbassare le tasse sul reddito, aumentare le indennità di mobilità o semplicemente emettere assegni in contanti a coloro che ne hanno bisogno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA