Turismo, «maggior cooperazione per rilancio»: le speranze di funzionari ed esperti per la ripresa del settore

Domenica 5 Settembre 2021
Turismo, «maggior cooperazione per rilancio»: le speranze di funzionari ed esperti per la ripresa del settore

Il turismo fa fatica a ripartire. Alla World Conference on Tourism Cooperation and Development che si è tenuta a Pechino, funzionari ed esperti hanno richiesto una maggiore cooperazione per stimolare la ripresa dell'industria globale del turismo, colpita dalla pandemia. Attualmente, molti Paesi stanno valutando l'introduzione di un sistema di passaporti vaccinali, nella speranza che si possa costruire un vasto metodo di riconoscimento reciproco di informazioni sanitarie personali finalizzato a fornire supporto tecnico per la ripresa e per lo sviluppo del turismo mondiale, ha affermato Du Yili con la World Tourism Cities Federation. Moin ul Haque, l'ambasciatore pakistano in Cina, ha espresso le sue grandi aspettative in merito agli scambi tra Cina e Pakistan nell'ambito del turismo, aggiungendo che i due Stati hanno firmato un memorandum d'intesa sulla cooperazione turistica e che il suo Paese sta sviluppando un sito web di turismo cinese e si sta impegnando a fornire servizi su misura per i viaggiatori cinesi. Lo scorso anno la pandemia ha avuto un impatto enorme sullo sviluppo del turismo globale, con un calo degli investimenti turistici del 29,3% su base annua, ha specificato Du, aggiungendo che le entrate del settore relative all'alloggio e alla ristorazione si sono ridotte rispettivamente del 46,3% e del 28,2%.

 

Turismo, il settore chiede aiuto al governo. Rebecchi: «Comparto in ginocchio dopo 18 mesi di stop»

Nonostante il Covid-19 abbia avuto un forte impatto sul turismo globale, il virus ha anche accelerato la trasformazione e la promozione dell'industria. Chen Jining, il sindaco di Pechino, ha spiegato che l'ampia applicazione di tecnologie smart con intelligenza artificiale 5G plus e realtà virtuale 5G plus è essenziale per rivitalizzare il settore. Chen ha affermato che spera che i Paesi e le imprese si tengano informati in merito a questi nuovi cambiamenti e promuovano uno sviluppo turistico digitale e intelligente. Sono oltre 360 i funzionari, i rappresentanti di organizzazioni internazionali e gli imprenditori provenienti da più di 40 Paesi e regioni ad aver preso parte al World Conference on Tourism Cooperation and Development della 2021 China International Fair for Trade in Services (Ciftis) in corso. 

Ultimo aggiornamento: 14:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA