Pagamenti contactless, è allerta commissioni: rischio costi occulti

Domenica 2 Agosto 2020 di Francesco Bisozzi
Pagamenti contactless, è allerta commissioni: rischio costi occulti

I pagamenti contactless si effettuano avvicinando semplicemente la carta di credito, o lo smartphone, a un terminal, senza bisogno di un contatto diretto tra i dispositivi. Ma non tutti sanno che per alcune carte di debito presenti sul mercato italiano non è disponibile la funzionalità contactless per il circuito domestico: in questi casi il pagamento viene dirottato in automatico sul circuito internazionale.

Bankitalia parla di asimmetria tecnologica e ha chiesto a banche, istituti di pagamento e istituti di moneta elettronica di contattare direttamente sia gli esercenti convenzionati sia i titolari delle carte interessate dal problema per metterli al corrente degli oneri applicati quando si usa il circuito internazionale, che presenta commissioni interbancarie di un peso diverso rispetto a quelle applicate sul circuito domestico.

Pagamenti bancomat e carta contactless: dal primo gennaio si alza a 50 euro la soglia senza pin

Così via Nazionale in un comunicato dedicato ai pagamenti contactless: «Abbiamo chiesto agli intermediari di adottare una più ampia strategia di interventi finalizzata a realizzare, entro il 31 dicembre 2021, la sostituzione delle suddette carte con altre che consentano alla clientela l’esercizio del diritto di scelta del circuito di pagamento. Analoga sollecitazione è stata rivolta al gestore del circuito domestico di carte di debito, ai fini dell’assunzione di tutte le iniziative di competenza».

In Italia i terminali per i pagamenti elettronici sono oltre 3 milioni. Si contano 98 milioni di tessere tra bancomat, carte di credito e prepagate multiuso. I pagamenti con carta sono cresciuti di oltre il 70 per cento negli ultimi cinque anni. Il lockdown da Covid ha messo il turbo ai pagamenti elettronici.

Dal 2021 i pagamenti contactless fino a 50 euro non avranno bisogno del pin per essere autorizzati, mentre ora la soglia è fissata a 25 euro. Bancomat, Mastercard e Visa, al fianco di tutti i principali player del settore dei pagamenti, hanno lavorato negli ultimi mesi per rendere possibile l'adozione di un nuovo limite per le transazioni senza pin con le carte di pagamento contactless in Italia proprio per rispondere ai nuovi bisogni dei consumatori, sempre più digitali. L'innalzamento della soglia dei pagamenti contactless a 50 euro, auspicata dalla Banca centrale europea, è già stata attuata su base temporanea in diversi paesi dall'inizio della pandemia per disincentivare l'uso del contante.

Ultimo aggiornamento: 23:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA