L'esercito dei baby pensionati: tre milioni hanno meno di 65 anni

di Luca Cifoni e Diodato Pirone

  • 9
A che età si va davvero in pensione in Italia? È la domanda che risuona spesso in questi giorni di campagna elettorale che vedono alcuni partiti proporre l'abolizione dell'innalzamento dell'età pensionabile previsto dalla durissima riforma Fornero del 2012.

Il requisito per il pensionamento di vecchiaia che dal prossimo anno passerà a 67 anni è un riferimento importante anche nel confronto internazionale ma da solo dà un quadro parziale della realtà effettiva, visto che le scappatoie per lasciare il lavoro ben prima non sono state eliminate dalla legge Fornero. Anzi, contrariamente a quanto si strilla in campagna elettorale e a ben sei anni dall'approvazione della legge Fornero in realtà in una serie di casi è possibile accedere alla pensione ancora prima dei 60 anni. E per quanto possa sembrare surreale in qualche modo le baby pensioni resistono a se stesse.

Le prove? Sono elencate nelle 47 pagine di analisi dei flussi previdenziali rese note nei giorni scorsi dall'Inps. Un dato spicca su tutti: negli ultimi quattro anni, per ogni anno ed in particolare nel 2017 appena finito, oltre 100.000 italiani sono andati in pensione prima dei 60 anni. Il dato riguarda le sole gestioni Inps (esclude quindi i dipendenti pubblici e i professionisti delle 13 casse private). In totale tra il 2014 e il 2017 si arriva vicino a quota mezzo milione di baby-pensionati. Non è finita, in questo piccolo esercito si distinguono ben 150.000 persone che la pensione l'hanno ottenuta a 54 anni o meno.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 11 Febbraio 2018, 12:58 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2018 18:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP