Pensioni con assegni alti, arrivano le deroghe ai tagli. E per uscire a 62 anni tornano le finestre

ARTICOLI CORRELATI
di Luca Cifoni

  • 44
Molti pensionati che percepiscono assegni al di sopra dei 90 mila euro lordi l'anno potrebbero essere esentati dal taglio voluto dal Movimento Cinque Stelle. Il disegno di legge che prevede per questi trattamenti una decurtazione proporzionale all'età alla quale si è lasciato il lavoro è all'esame della Camera, ma si lavora ad una nuova versione della norma che potrebbe anche essere travasata nel decreto fiscale che il governo sta preparando. La novità starebbe nell'esenzione di tutte quelle persone che hanno dovuto lasciare la propria attività non per scelta personale ma in forza di una disposizione di legge. Si trovano in questa posizione le lavoratrici, per le quali fino agli anni Ottanta l'età della pensione era fissata a 55 anni, limite poi portato a 60, ma anche i militari e gli appartenenti alle forze di polizia che avevano e hanno tuttora età ordinamentali più basse di quelle previste per il pensionamento della generalità dei lavoratori.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 12 Ottobre 2018, 10:00 - Ultimo aggiornamento: 12-10-2018 21:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP