Quota 100, il turnover è un miraggio: pronte solo sei imprese su cento

di Francesco Pacifico

Il governo punta a un maxiricambio generazionale con Quota 100: chi esce con il pensionamento anticipato - e potrebbero essere oltre 600mila da qui a 3 anni - verrà sostituito da un lavoratore più giovane. Ma le aziende, quelle che dovrebbero reclutare nuovo personale, hanno progetti totalmente diversi. Lo dimostra un sondaggio a cura del centro studi e ricerche Future Manager - società impegnata nella selezione del personale di alto profilo - che ha condotto un sondaggio tra i direttori del personale e gli amministratori delegati per capire le loro intenzioni. E le risposte rischiano di essere molto deludenti per l'esecutivo: soltanto sei imprese su cento sono pronte a sostituire i dipendenti in quiescenza e ad aumentare gli organici.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 5 Marzo 2019, 10:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP