Costo del lavoro più basso e salari più alti: l'asse tra sindacati e Confindustria

ARTICOLI CORRELATI
di Francesco Pacifico

Maurizio Landini ha raccontato di aver chiamato Giuseppe Conte subito dopo la sua elezione alla testa della Cgil per fissare un incontro. E di essersi sentito rispondere dal premier che lui aveva già visto i sindacati. In Confindustria raccontano che quando un imprenditore ha chiesto a Vincenzo Boccia il numero di Luigi Di Maio, il presidente di Confindustria abbia dovuto ammettere: «Ho un vecchio cellulare...». In questo scenario - dove le principali parti sociali del Paese sono ignorate dal governo - non deve meravigliare quello che è avvenuto ieri a Roma: cioè 400 imprenditori, accanto alle loro maestranze, del settore Oil&Gas e provenienti dal distretto di Ravenna, dalla Basilicata, da Ortona e dalla Sicilia, marciare alla manifestazione organizzata da Cgil, Cisl e Uil contro l'esecutivo e contro il decreto semplificazione, che blocca le trivelle.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 10 Febbraio 2019, 08:30 - Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio, 09:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP