Concorsi pubblici, app per iscriversi ai bandi: come funziona. Mappa interattiva divisa per Regione

di Giacomo Andreoli
Martedì 14 Novembre 2023, 21:44 - Ultimo aggiornamento: 23:57 | 1 Minuto di Lettura

App concorsi, come funziona


Dopo aver scaricato l’applicazione dall’app store del proprio smartphone, saranno due le modalità di accesso dalla pagina iniziale: come ospite o come utente registrato. Usando l’autenticazione digitale (con lo Spid, la carta d’identità elettronica, la carta nazionale dei servizi o l’identità digitale eIDAS) si potrà accedere all’area dedicata da cui visualizzare la mappa delle offerte.


Nell’area personale sarà poi possibile trovare e candidarsi alle offerte di lavoro, ma anche consultare le informazioni sui bandi, gestire il proprio profilo personale e ricevere notifiche relative alle selezioni a cui si partecipa (come l’uscita dei risultati delle prove o le convocazioni). Le principali notizie sulle attività di reclutamento saranno infine consultabili in una sezione ad hoc. «L’app – sottolinea il ministro Zangrillo – aiuterà a cogliere in modo semplice le opportunità offerte dalle amministrazioni centrali e locali, che potranno selezionare le migliori professionalità per offrire servizi efficienti a cittadini e imprese». Ma sarà solo il primo passo di una collaborazione più duratura con la Federico II. Il ministero della Pa, prendendo come modello la School of public management di Napoli, punta infatti a creare nel prossimo futuro una “Accademia per la Pubblica amministrazione”: una sorta fucina di giovani talenti con abilità trasversali, ritenute utili e innovative dalla dirigenza degli enti pubblici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA