Portavalori, sciopero l'1 e 2 agosto: a rischio i prelievi ai bancomat

Vigilanza privata e servizi fiduciari, sciopero l'1 e 2 agosto. I sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs sono uniti nella protesta per il rinnovo del contratto scaduto nel 2015. A causa dell'astensione dal lavoro dei portavalori problemi potrebbero esserci l'1 e il 2 agosto nell'approvvigionamento di contandi alle banche e quindi per i prelievi ai bancomat e nelle filiali. 

Sono 70mila gli addetti della vigilanza privata e dei servizi fiduciari in attesa del nuovo contratto nazionale del settore scaduto nel 2015, si legge in una nota della Filcams-Cgil. ll negoziato, avviato ormai da più di 3 anni, non ha ancora sciolto i nodi, spiegano i sindacati, in ordine a incremento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale e salute e sicurezza, temi sui quali i sindacati hanno presentato una concreta proposta di riforma». Ulteriori distanze si sono registrate negli ultimi incontri sul tema dell’orario di lavoro.

«I sindacati - afferma ancora la Cgil - hanno respinto fermamente le proposte articolate dalle imprese volte per lo più alla definizione di un sistema orario flessibile, privo di regole, ad appannaggio esclusivo imprenditoriale. I sindacati si sono comunque resi disponibili a trattare e ad individuare la flessibilità contrattata per i servizi di sicurezza finalizzando l’intervento all‘omogeneità dell’orario di lavoro riferito ad una unica classificazione del personale».

Posticipata al 6 settembre invece la protesta per i soli addetti alla vigilanza dei siti aeroportuali. 
Domenica 28 Luglio 2019, 16:46 - Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP