Borse europee in rialzo dopo Draghi, spread giù a quota 179

Accelerano le borse europee e Piazza Affari, sulla promessa arrivata dalla Bce di futuri tagli dei tassi e del riavvio di un altro piano di stimoli per sostenere l'economia. 

La decisione ha provocato anche un deprezzamento dell'euro, che scende a 1,11 USD (-0,30%). Lo spread scende fino a 179 punti, con un calo di 9 punti base, con il rendimento del Btp a 10 anni che si posiziona all'1,38%.

Tra i listini europei bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,48%, tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,45%, buoni spunti su Parigi, che mostra un ampio vantaggio dell'1,10%. Segno più per il listino italiano, con l'indice guida Ftse Mib in aumento dell'1,13%.

A Milano, Saipem sale del 3,04%), dopo i risultati trimestrali. Bene anche Poste Italiane (+2,45%), Mediobanca (+2,24%) e Banco Bpm (+2,21%).

La peggiore è STMicroelectronics, che continua la seduta con -0,82%.
 
Giovedì 25 Luglio 2019, 15:00 - Ultimo aggiornamento: 25-07-2019 18:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP