Stop all'autonomia,
la Campania va al contrattacco

di Marco Esposito

L'ha battezzata «operazione verità». E prenderà le mosse questa mattina in una conferenza nella sede della Regione Campania. Vincenzo De Luca si è convinto che le sole strategie difensive e dilatorie di fronte al progetto di regionalismo differenziato di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna porterebbero poco lontano. L'occasione a suo parere va colta per accettare la sfida della responsabilità e fare una volta per tutte chiarezza sui conti pubblici «anche se su qualche voce potremmo farci male». La verità dei conti è in grado di smentire le facili equazioni dell'opinione pubblica non solo settentrionale ma, spesso, anche meridionale. Chi non ha mai sentito dire (o pensato) che al Sud pochi versano le giuste tasse mentre arrivano fiumi di denaro pubblico spesi male?

La prima difficoltà, in tali casi, è trovare una fonte ufficiale e neutra. Il Veneto si è costruito un sistema su misura grazie all'abilità comunicativa degli Artigiani di Mestre, ripresi da tutto il sistema di comunicazione nazionale. Eppure esiste una fonte ufficiale, messa in piedi 25 anni fa da Carlo Azeglio Ciampi, specializzata proprio nei confronti fra aree geografiche: si chiama Conti pubblici territoriali. Sul motore di ricerca Google gli Artigiani di Mestre battono i Conti pubblici territoriali con 8 milioni di risultati contro 2,6 milioni. Un cappotto. A conferma di come sia un percorso in salita ma indispensabile uscire dalla partigianeria e affidarsi a valutazioni scientifiche.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 13 Febbraio 2019, 11:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-02-16 09:17:45
…...159 anni buttati nella spazzatura……..
2019-02-16 12:14:40
Magari, avete ragione. Ma argomentare un po' di più, non guasterebbe. Saluti.
2019-02-14 17:59:12
Gentile dott. Esposito, come faccio abitualmernte (prima di scrivere castronerie come taluni 'giornalisti' , capisc'a mmè) io mi documento. Ho cercato e navigato nel sito del'Agenzia per la Coesione Territoriale, nel quale, stando alla vostra affermazione, avrei dovuto trovare traccia dei Conti pubblici territoriali, come da vostra indicazione: sito sciatto e raffazzonato, con addirittura labels errate 'GOVERNACE', dossiers scarsissimi e datati, una sequenza infinita di risposte 'LA RICERCA NON HA PRODOTTO RISULTATI'.....verificate voi stesso. Per contro, la vituperata e scomoda CGIA, che voi insinuate in odore di partigianeria (!), basa i suoi studi su dati RGS e ISTAT, citandone le fonti. Quando inizierete, voi, l'operazione verità? Credete veramente di giovare al Sud'

QUICKMAP