Fumata grigia, Whirlpool resta in bilico: «Ma tuteleremo i lavoratori di Napoli»

ARTICOLI CORRELATI
di Adolfo Pappalardo

0
  • 80
Inviato a Roma

Arriva con oltre un'ora di ritardo il ministro Di Maio. E non appena si siede, deciso, pone due condizioni ai vertici della Whirlpool: che non si chiuderà il sito e non ci sarà alcun disimpegno da Napoli. Come a dire: altrimenti la riunione può pure saltare. Prende tempo l'ad italiano della multinazionale e ci si riaggiorna alla prossima settimana. Ma al momento, come spiegano i sindacati al termine del nuovo incontro al Mise preceduto, ieri, da una raffica di ultimatum da parte del ministro dello Sviluppo economico, si tratta solo di uno spiraglio, di conferme tutte da verificare. E, quindi, comunque insoddisfacenti. A sintetizzare tutto: è un nulla di fatto. Ma è già qualcosa se, appena una settimana fa, l'azienda aveva annunciato un disimpegno da Napoli. Ovvero non una chiusura ma la ricerca di un acquirente per il sito napoletano. Che poi vorrebbe dire una chiusura senza metterci la faccia.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 13 Giugno 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 13-06-2019 12:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP