Elezioni presidente Repubblica diretta, fumata nera: più di 120 voti a Mattarella, ma la novità è Casini

Terza giornata di votazioni: la corsa al Colle va avanti tra schede bianche e trattative

Mercoledì 26 Gennaio 2022
Diretta elezioni presidente della Repubblica, il centrodestra alla conta sulla terna di nomi. Oggi l'incontro tra i leader, Salvini: «Vedrò tutti»

Diretta elezioni presidente della Repubblica. Fumata nera anche nella terza votazione di oggi. Come avvenuto nei primi due giorni, a prevalere sono state le schede bianche ma le indicazioni che arrivano dallo spoglio vedono il presidente uscente Sergio Mattarella superare i cento voti così come Guido Crosetto, nome proposto da Fratelli d'Italia. La novità della terza votazione è però Pier Ferdinando Casini che raccoglie oltre 50 voti. 

 

 

 

 

 

 

 

Diretta elezioni presidente della Repubblica

 

16.46 «Se dovessi decidere io domani il centrodestra deve mettere in campo uno dei nomi della rosa. Ci aspettavamo che entrassero nel merito nel dire chi ritenevano più adatto. Se non entrano nel merito credo che spetti al centrodestra uscire dal pantano e fare un nome e votarlo». Lo dice ai microfoni de La7 il senatore di Fratelli d'Italia, Ignazio La Russa. «Faremo di tutto - aggiunge - perché domani ci sia un nome unico del centrodestra. Fino a stamattina si discuteva tranquillamente sulla possibilità di votare Nordio, si è ritenuto di no e abbiamo optato per Crosetto».

 

16.30  ll segretario della Lega Matteo Salvini ha convocato una riunione con i governatori alle 17,30 e con i vertici del partito alle 18. Successivamente vedrà i gruppi parlamentari.

 

15.45 Calano a 412 le schede bianche al quarto scrutinio per l'elezione del presidente della Repubblica, che ha visto una nuova fumata nera e che è l'ultimo scrutinio dove per raggiungere il quorum servono 673 voti. Boom di voti per Crosetto, che raccoglie 114 preferenze e quindi quasi il doppio dei grandi elettori di Fdi. Quarto è il giurista Maddalena, votato da Alternativa c'è e dagli ex M5s, e che questa volta raggiunge i 61 voti. Casini ottiene 52 preferenze. I presenti e votanti in tutto sono stati 978, le schede nulle 22 e 84 i voti dispersi.

 

15.19 «Sono commosso, grazie, onorato». Lo ha detto Guido Crosetto rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento ai voti presi durante lo spoglio per il Colle. Per Crosetto i voti dello spoglio per il Colle e le preferenze che ha raccolto dimostrano «la capacità del centrodestra, se volesse, di prendere voti anche fuori dal centrodestra».

 

15.13 Guido Crosetto è stato votato anche al di fuori del perimetro di FdI. Il partito di Giorgia Meloni può infatti contare su 63 grandi elettori ma il candidato da lei indicato ha già superato quota 80 poco dopo metà dello spoglio.

 

15.04 Nello spoglio della terza votazione per il presidente della Repubblica un voto va all'ex calciatore e commentatore televisivo Marco Tardelli

 

Video

 

14.51 Lungo incontro tra Enrico Letta e Matteo Renzi alla Camera, negli uffici del gruppo Iv. Il colloquio, riferiscono fonti del Nazareno, è servito a concordare i prossimi passi. Il segretario Dem ha confermato che il Pd è contrario ad una candidatura di parte che spacchi la maggioranza. E che farà il possibile per bloccarla.

 

 

14.48 Nello spoglio della terza votazione per il presidente della Repubblica un voto va a Mario Girotti, il vero nome dell'attore Terence Hill.

 

14.34 «Casellati non è un candidato qualsiasi, è una carica istituzionale e mettere in gioco una carica istituzionale per una contrapposizione senza una soluzione condivisa sarebbe un grande errore del centrodestra e un grande sgarbo per la carica della presidenza del Senato. Invitiamo il centrodestra a trovare un metodo e lavorare in modo condiviso senza un'iniziativa che metta un gioco le istituzioni». Così il presidente del M5s, Giuseppe Conte arrivando a Montecitorio.

 

14.30 Tra i votati per l'elezione del Presidente della Repubblica esordio per l'ex ministro della Giustizia Roberto Castelli, della Lega, e per il giornalista Marino Bartoletti.

 

14.25 Dall'urna per l'elezione del Presidente della Repubblica esce anche il nome dell'ex ufficiale dei Carabinieri Antonio Pappalardo.

 

14.20 «Il Movimento dice sì a Draghi, lo ha detto un anno fa e lo rafforza ora perché l'Italia è ancora in ginocchio e ora è il momento più duro. Diciamo si a Draghi e alla visione di cui lo abbiamo investito e siamo disponibili a rilanciare e supportare azioni di governo per un patto con i cittadini sottoscritto tutti insieme». Così il presidente del M5s, Giuseppe Conte arrivando a Montecitorio.

 

14.12 Con la chiama del delegati regionali, terminata la terza votazione per l'elezione del capo dello Stato. Ora il via allo spoglio.

 

13.07 Contatti sono in corso, a quanto si apprende da fonti parlamentari, tra i vertici del Pd e il leader della Lega Matteo Salvini. Il tentativo dei dem, che lavorano per un vertice della maggioranza di governo, è di convincere il leader leghista a non procedere domani al voto su un candidato di centrodestra perchè, è il ragionamento, così salta la maggioranza. Si creerebbe un muro contro muro e una situazione di caos con il rischio di precipitare il paese in una situazione di forte instabilità ma il Pd, assicurano fonti del Nazareno, lavora per evitarlo.

 

12.40 «Non partecipiamo a nessun conclave». L'ha detto il capogruppo di Fratelli d'Italia al Senato, Luca Ciriani ai cronisti dopo aver confermato il voto su Guido Crosetto.

Quirinale, chi è Guido Crosetto, l'ex deputato votato da Fratelli d'Italia

 

12.19 Si è conclusa nell'Aula della Camera la votazione dei senatori per l'elezione del presidente della Repubblica. Ora votano i deputati.

 

12.11 Nell'aula di Montecitorio è finita la chiama dei senatori. In attesa che si parta con quella dei deputati, la seduta è sospesa per 5 minuti.

 

12.10 «Ho dato la disponibilità sia a Letta che a Salvini, se ci sarà, a partecipare come terzo polo» al vertice del centrosinistra e del centrodestra. «Non sarei così convinto che ci sarà, ma meglio farlo solo se si esce con un accordo o si fa una brutta figura». Lo dice Matteo Renzi, parlando in transatlantico alla Camera.

 

 

12.08 Andiamo avanti compatti, differenza strategica, ma nessuna differenza sostanziale. Così fonti della Lega commentano la decisione di Fdi di votare Guido Crosetto alla terza chiama.

 

12.00 «Voteremo scheda bianca». A dirlo è il capogruppo di Italia viva al Senato, Davide Faraone arrivando a Montecitorio. Alla domanda su un'eventuale corsa di Elisabetta Casellati per il Colle ha risposto: «Non mi pare sia stata candidata, non era nella rosa di ieri».

 

11.56 «Fratelli d'Italia non voterà scheda bianca a seguito delle valutazioni dentro il partito. Fermo restando l'assoluta compattezza del centrodestra che non è minimamente in discussione l'immagine che il Parlamento sta dando agli italiani è incomprensibile, dobbiamo dare all'assemblea un segnale: non si può continuare a rimanere per giorni in una situazione di stallo». È quanto rendono noto fonti di Fdi. Fratelli d'Italia nel corso della terza votazione voterà Guido Crosetto.

 

11.44 Fratelli d'Italia si smarca dal centrodestra e, per ora, non sta rispondendo alla prima chiama della terza votazione per il capo dello Stato. Il partito di Giorgia Meloni, raccontano, infatti, ancora non ha deciso se votare scheda bianca come il resto della coalizione: forse, apprende l'Adnkronos, potrebbero indicare il nome di Guido Crosetto, ma tutto è ancora in divenire.

 

11.41 Iv voterebbe Elisabetta Casellati per il Quirinale? «Nel pomeriggio faremo una dichiarazione ufficiale, vediamo che succede stamattina». Lo dice Matteo Renzi in transatlantico. Mario Draghi è bruciato? «No», risponde. Quando si eleggerà il presidente della Repubblica? «Continuo a sperare domani. Ma è domani o dopodomani».

 

11.31 «A me pane e acqua no...». Ha risposto con ironia il leader di Italia viva Matteo Renzi, a chi gli domandava se quella di oggi sarà una giornata «a pane e acqua», secondo l'espressione usata dal segretario del Pd Enrico Letta per proporre ieri un incontro sul Quirinale.

 

11.30 A quanto apprende l'Adnkronos da fonti autorevoli, c'è stata una lunga telefonata di aggiornamento tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo sulla 'partita' Quirinale. «Piena sintonia tra i due sulla linea della trattativa che Conte sta conducendo per il Colle - riportano le stesse fonti - mirata ad assicurare stabilità all'attuale esecutivo e a trovare un candidato autorevole e super partes».

 

11.26 I senatori di Fdi non stanno votando nell'Aula di Montecitorio, dove è in corso la terza votazione per eleggere il Capo dello Stato. Tre senatori del partito di Giorgia Meloni, pur chiamati, non hanno risposto alla prima chiama

 

11.04 Al via nell'Aula di Montecitorio la terza votazione del Parlamento seduta comune integrato dai delegati regionali per eleggere il presidente della Repubblica. Al banco della presidenza ci sono i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Elisabetta Alberti Casellati. Il quorum richiesto è di due terzi dei componenti del Collegio. Dalla prossima il quorum scenderà alla maggioranza assoluta.

 

10.59 Oggi la Lega voterà scheda bianca. Lo ha annunciato Matteo Salvini parlando con i dirigenti e capigruppo. Lo riferisce la Lega.

 

10.57 Il Pd, il M5s e Leu confermano la scheda bianca alla terza votazione. Lo si apprende da fonti di centrosinistra e lo confermano dal Nazareno.

 

10.40 Il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani ha riferito di aver sentito Silvio Berlusconi che insisterebbe per «un centrodestra unito». È quanto emerso, secondo quanto si apprende, dall'assemblea dei grandi elettori di Forza Italia in corso alla Camera. Parlando della terna di nomi proposta dal centrodestra Tajani ha detto che «è una partita a scacchi che vogliamo vincere» e che oggi proseguono le trattative.

 

10.31 «Giocare da protagonisti». È la volontà di Forza Italia, a quanto detto da Antonio Tajani ai grandi elettori Fi. Tajani ha espresso, a quanto si apprende, «grande determinazione per raggiungere un risultato positivo. Lo dobbiamo - ha detto - a Silvio Berlusconi che si aspetta da noi una azione determinante».

 

10.25 Il centrodestra voterà oggi scheda bianca. È quanto si apprende da fonti del centrodestra dopo l'incontro tra Salvini, Meloni e Tajani.

 

9.50 Un incontro si è appena svolto negli uffici della Lega alla Camera fra Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani.

 

 

9.02 «A parte che se perdo tre chili male non mi fa, ma il mio tentativo è dialogare, ma per farlo bisogna essere in due. Se mi siedo a un tavolo e mi dicono, 'sono pronto a dialogare ma qualunque nome tu mi faccia è no', allora si capisce che è un dialogo un pò particolare. Noi dei nomi li abbiamo fatti. E ne potremmo farne altri dieci all'altezza, speriamo che ce ne sia uno di questi nomi che vada bene, dopo 30 anni uno non di sinistra». Così il leader della Lega, Matteo Salvini.

 

 

8.43 «Il nuovo premier non lo troviamo a Campo de Fiori...Stiamo lavorando già a un Presidente della Repubblica e io ho un'idea. Qualora Draghi lasciasse il governo avremmo settimane di confusione, sarebbe un problema per l'Italia, con la crisi economica, sanitaria...». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, arrivando alla Camera.

 

8.35 «Casellati? E' la seconda carica dello Stato, non ha bisogno di essere candidata…. Pera, Moratti e Nordio sono nomi all'altezza. Spero che Conte e Letta non si fermino ai no». Lo dice Matteo Salvini prima di andare nei suoi uffici a Montecitorio. «Il mio tentativo è quello di dialogare» conclude il leader della Lega.

 

8.30 «Se vedrò Letta? Oggi incontrerò tutti, è il mio lavoro». Lo dice Matteo Salvini prima di andare nei suoi uffici a Montecitorio.

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA