Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Paolo Maddalena, chi è l'ex magistrato candidato al Quirinale (che sta prendendo più voti)

Lunedì 24 Gennaio 2022
Paolo Maddalena, chi è il magistrato candidato al Quirinale (che sta prendendo più voti)

Paolo Maddalena, nato a Napoli 85 anni fa, è un ex magistrato e vice presidente emerito della Corte Costituzionale. Il 16 gennaio è stato indicato da 40 parlamentari, per la maggior parte fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle, come candidato per l'elezione del Presidente della Repubblica. «Per individuare una figura di alto profilo morale e tecnico da proporre per l’ormai prossima elezione del presidente della Repubblica, si è aperto un confronto tra parlamentari del Gruppo Misto di Camera e Senato all’opposizione, che ha portato all’indicazione del professor Paolo Maddalena», si è letto nella nota diffusa. 

Paolo Maddalena, il ritratto 

Maddalena è entrato nella Magistratura della Corte dei Conti nel 1971. Dopo un lungo periodo trascorso presso la Procura Generale, nell'ultimo periodo, dal 1995, è stato Procuratore regionale del Lazio della magistratura contabile. Ha avuto modo di applicare le tesi da lui prospettate in sede scientifica sia collaborando allo svolgimento di numerose istruttorie, in particolare su temi ambientali, sia svolgendo incarichi di diversa natura. Tra l'altro ha fatto parte del gruppo Ecologia e Territorio istituito presso la Corte suprema di cassazione, ed è stato Capo di gabinetto del ministro della Pubblica istruzione Gerardo Bianco (1989-1991) e Capo ufficio legislativo presso il Ministero dell'ambiente. Nel 2010 è stato nominato vicepresidente della Corte de Conti, carica nella quale è stato riconfermato nel giugno 2010. Tra il 30 aprile 2011 e il 6 giugno dello stesso anno ha svolto le funzioni di presidente. Il suo mandato alla Consulta è giunto a termine il 30 luglio 2011.

Dopo una lunga carriera nella quale ha coniugato l'attività di studio e ricerca nei settori del diritto romano, diritto amministrativo e costituzionale e diritto ambientale con le funzioni di magistrato, culminate con la nomina alle funzioni di presidente di sezione della Corte dei conti, il 17 luglio 2002 è stato eletto alla Corte costituzionale nella quota riservata alla magistratura contabile. Ha assunto le sue funzioni dopo aver giurato il 30 luglio dello stesso anno.

Ultimo aggiornamento: 21:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA