Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

GIORGIA MELONI

Quirinale, ira Meloni dopo il flop Casellati: "processo" a FI e centristi. «Dopo il voto per il Capo dello Stato elezioni subito»

Venerdì 28 Gennaio 2022
Quirinale, ira Meloni dopo il flop Casellati: "processo" a FI e centristi. «Dopo il voto per il Capo dello Stato elezioni subito»

Sale la tensione nel centrodestra dopo il voto della quinta chiama che ha visto fallire il tentativo di verificare la compattezza degli alleati sul nome Casellati: parte il processo a Forza Italia e ai centristi. E Giorgia Meloni attacca: «Noi e la Lega siamo stati leali, altri no. Dopo il voto per il Capo dello Stato elezioni subito»

 

Franchi tiratori e nuovi veleni tra i poli, Salvini fallisce il blitz con Casellati ed è il grande sconfitto

Quirinale, a Casellati 382 voti. Italia Viva: «Un fallimento, ora subito altro nome»

 

Accuse di tradimento

Volano gli stracci nel centrodestra, dunque, tra accuse reciproche di tradimento, con Fi e i 'centristi' accusati da Lega e Fdi di non aver saputo arginare il 'fuoco amico'. E, di fatto, oggi si consuma la rottura della coalizione e la sconfessione politica di Matteo Salvini come kingmaker nella gestione della partita quirinalizia.

Pesano come un macigno i 382 voti ottenuti dalla seconda carica dello Stato sui 453 che sulla carta avrebbero dovuto essere appannaggio della coalizione guidata dal 'Capitano'. La Lega si affretta a precisare che i suoi grandi elettori hanno votato compatti per Casellati. Durante il vertice convocato dal leader di via Bellerio dopo la fumata nera, raccontano, sarebbe andato in scena il 'processo' a chi non è riuscito a 'controllarè i propri deputati e senatori.

 

I voti mancanti

Raccontano che sia stata Fdi, in particolare, a chiedere conto dei voti venuti a mancare tra gli azzurri e i centristi. Siete davvero nel centrodestra o no, visto che oggi solo un terzo dei vostri delegati ha votato la Casellati?, la domanda posta in particolare a Giovanni Toti, leader di 'Cambiamò e cofondatore di 'Coraggio Italià. Fdi sarebbe poi tornata alla carica al termine dell'incontro con una nota di Giorgia Meloni, che ha riconosciuto la lealtà della Lega, adombrando sospetti sulla condotta degli altri alleati nel segreto dell'urna: «Fdi, anche alla quinta votazione, si conferma come partito granitico e leale. Anche la Lega tiene. Non così per altri. C'è, invece, chi in questa elezione, dall'inizio ha apertamente lavorato per impedire la storica elezione di un presidente di centrodestra».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio, 09:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA