Anna Gutu, morta a 32 anni l'alpinista: stava provando a scalare gli 8mila metri dello Shisha Pangma

Sui social raccontava spesso le sue imprese ad alto rischio

Anna Gutu, morta a 32 anni l'alpinista: stava provando a scalare lo Shisha Pangma
Anna Gutu, morta a 32 anni l'alpinista: stava provando a scalare lo Shisha Pangma
di Redazione web
Lunedì 9 Ottobre 2023, 09:08
2 Minuti di Lettura

È morta inseguendo il suo sogno. Anna Gutu, alpinista di 32 anni americana, è stata trovata senza vita sullo Shisha Pangma, la 14esima montagna più alta della Terra con i suoi 8.027 metri, situata nell’Himalaya in Asia. Aveva 32 anni. Su Instagram raccontava agli oltre 34mila follower le sue imprese estreme, spiegando la bellezza dei successi, ma mostrando anche i rischi di avventure del genere. 

Alpinista romano precipita e muore sul Gran Sasso: Davide Destriere aveva 52 anni. Salvo l'amico che era con lui

Tragico weekend in montagna, muoiono due donne e un adolescente

Chi era Anna Gutu

Originaria dell'Ucraina, ma cittadina degli Stati Uniti, voleva diventare la prima americana a scalare la montagna asiatica, situata nell'Himalaya. Doveva essere l'ultima vetta, di un gruppo di 14 che lei e il suo gruppo avevano messo nel mirino. Superate le altre 13, si sono messi in marcia sullo Shisha Pangma. Insieme a lei, è morto anche lo sherpa Mingmar.

Continuano invece le ricerche di Gina Marie, amica di Anna.

Volevano eguagliare i due connazionali Christopher Bernard Warner e Ed Viesturs, i soli due statunitensi che hanno conquistato le 14 vette più alte al mondo. Sullo Shisha Pangma più di 30 persone hanno perso la vita nel tentativo di scalarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA