Getta nel cestino le ceneri della figlia morta della sua ex, 33enne arrestato

L'uomo, dopo essere stato lasciato dalla donna, ha fatto irruzione nel suo appartamento di notte e ha distrutto i resti della figlia e del marito defunti

Getta nel cestino le ceneri della figlia morta della sua ex, 33enne arrestato
Getta nel cestino le ceneri della figlia morta della sua ex, 33enne arrestato
Martedì 13 Settembre 2022, 16:31 - Ultimo agg. 17:11
3 Minuti di Lettura

Getta nel cestino dell'immondizia le ceneri della figlia defunta della sua ex compagna e viene arrestato. Joseph Oberlies, 33 anni, era in stato di ebrezza quando ha fatto irruzione nella casa della sua ex a Mount Pleasant, nella Carolina del Sud. L'uomo è entrato di notte nella casa inserendo il codice di sicurezza, approfittando dell'assenza della donna.

Leggi anche > Canguro aggredisce un uomo e lo sbrana: il 77enne lo teneva con lui in casa

Le immagini delle telecamere

Ad incastrarlo sono state le immagini delle telecamere di sicurezza che lo hanno ripreso nel cuore della notte, intorno alle 3 del mattino. La donna ha poi sporto denuncia affermando che l'ex compagno avrebbe gettato nel cestino le ceneri della figlia defunta, cremata insieme al suo ex marito.

Oberlies avrebbe anche distrutto un televisore con una mazza.

La donna ha aggiunto che Oberlies non poteva sapere se lei e i suoi figli erano in casa o meno, e che avrebbe potuto commettere atti violenti nei loro confronti se fossero stati lì.

 

Ubriaco

Il 33enne ha spiegato di non ricordare nulla di quanto accaduto perché era ubriaco. I due si frequentavano da circa un mese, ma la donna aveva deciso di interrompere la relazione: probabilmente questo fatto sarebbe alla base del gesto di Oberlies.

L'uomo è stato arrestato con l'accusa di distruzione di resti umani e furto con scasso di primo grado, ma poi rilasciato su cauzione.

Recidivo

Non sarebbe la prima volta che l'uomo compie un simile gesto: tempo fa aveva fatto irruzione in casa di un'altra ex compagna e l'aveva pugnalata.

Ora la polizia ha emesso un ordine restrittivo e ha allertato la scuola frequentata dai figli della vittima. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA