Il sogno di un gruppo di famiglie afroamericane: creare una città antirazzista in Georgia

Lunedì 14 Settembre 2020 di Nico Riva
EPA/CJ GUNTHER

Un gruppo di famiglie afroamericane in Georgia ha dato il via ad un ambizioso ed ammirevole progetto. Sull'onda del movimento Black Lives Matter, che ha rimesso al centro delle prime pagine di tutto il mondo il problema del razzismo negli Stati Uniti, queste persone hanno deciso di contribuire a modo loro. Come? Comprando 90 acri di terra per creare una città totalmente antirazzista.

Leggi anche > Scrive una canzone di protesta dopo la morte di Floyd, 12enne diventa una star e firma un contratto con una casa discografica

Il progetto si chiamerà "Freedom Georgia Initiative" (Iniziativa per la Libertà in Georgia). Guidano i lavori l'agente immobiliare Ashley Scott e la sua amica imprenditrice Renee Walters. Insieme, hanno riunioto in poco tempo più di 12 famiglie, decise a creare uno spazio libero e sicuro per le persone afroamericane. Dopo i tanti, troppi omicidi di uomini e donne di colore negli ultimi tempi, come George Floyd e Breonna Taylor, queste persone hanno sentito di dover fare qualcosa per contrastare il razzismo.   

"Guardate la nostra gente protestare per le strade, perché è importante. Voglio che la gente scenda in strada e presti attenzione alle ingiustizie che subiscono le persone di colore", ha rivelato Ashley Scott alla Cnn. "Avevamo quindi bisogno di creare un posto dove possiamo sentirci di nuovo come in un villaggio. Uno spazio sicuro dove poter esprimere i nostri problemi e preoccupazioni". ​Ciò non significa ovviamente che 
non sia ben accette persone di ogni etnia e nazionalità, anzi. "Non si tratta di una "cosa da neri", si tratta di avere un posto dove tutti possano essere fieri di ciò che sono. Dove tutti possano avere dignità, rispetto, onore ed equità".

L'idea, con il passaparola, ha presto raggiunto numerose persone, amici e parenti. Il gruppo si è poi quotato ed è riuscito ad acquistare un terreno nella Contea di Wilkinson, poco fuori la città di Toomsboro (Georgia), per 1,7 milioni di dollari. Intervistata dall'Insider, Scott ha aggiunto con sarcasmo che "per la stessa cifra di un piccolo appartamento a New York, si può possedere un'intera città". Nel corso del tempo, Scott e i suoi compagni in questo progetto sperano di creare una comunità forte e unita, che si regga su compagnie, banche e altri servizi guidati da afroamericani. Questi cittadini si son stancati di aspettare "l'aiuto dei politici o dei rapper. Dobbiamo aiutare noi stessi, gli uni con gli altri".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA