«Mio figlio si è ucciso perché non faceva sesso»: così una donna fa arrestare la nuora

Giovedì 13 Agosto 2020
«Mio figlio si è ucciso perché non faceva sesso»: così una donna fa arrestare la nuora

«Mio figlio si è ucciso perché non faceva sesso». Così una cinquantacinquenne di Ahmedabad - nello Stato indiano del Gujarat - ha fatto arrestare la nuora. Muli Parmar, questo il nome della una donna, ha accusato la moglie del figlio, Geeta Parmar, accusandola di averlo spinto al gesto estremo con il suo rifiuto di fare sesso. La vicenda è riportata dal Times of India e ripresa dal Daily Mail.

Leggi anche > Viviana, dopo l'autopsia la prima ipotesi è il suicidio. E spunta nuovo video: «Gioele era in auto con lei»

«Una volta sono andata nella stanza di mio figlio e ho scoperto che lui e sua moglie dormivano in letti separati - ha raccontato la donna alla polizia - quando ne ho chiesto le ragioni a mio figlio, mi ha spiegato che non avevano una relazione fisica in quanto la moglie aveva pronunciato un giuramento in base al quale non sarebbe andata a letto con suo marito».

La mancanza di sesso e i litigi avevano poi portato la coppia alla separazione dopo soli 22 mesi di matrimonio. Geeta si è era allontanata dal tetto coniugale e il marito si era ammalato di depressione. I parenti lo avrebbero trovato impiccato a un ventilatore da soffitto il 27 luglio, dopo averlo lasciato solo in casa per recarsi a un funerale. 

L'uomo si è tolto la vita e Muli ha tratto le sue conclusioni sui motivi. Ha denunciato la nuora per istigazione al suicidio, sostenendo che il suo comportamento aveva portato il figlio a uno "stress mentale" tale da spingerlo a suicidarsi. La trentaduenne è stata arrestata.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA