CORONAVIRUS

Decine di positivi per le nozze: gli invitati sfuggono ai test per paura della quarantena a Ferragosto e rischiano di infettare altri

Venerdì 6 Agosto 2021 di Francesca Pasquali
Cinquanta infetti nei due focolai ai matrimoni, ma vince la paura della quarantena: poche autodenunce

FERMO -  Li cercano con il lanternino. A forza di chiamare e richiamare, le liste degli invitati, in qualche modo, vengono fuori. Ma è un’impresa. E, nel frattempo, si perdono giorni preziosi. Cinque per il pranzo di matrimonio di Cupra Marittima. Altrettanti per quello di Altidona. Il focolaio scoppiato il 25 luglio è quasi circoscritto. I positivi fermani sono 42. Ai 41 noti, se n’è aggiunto uno che ieri è risultato positivo al tampone di controllo. Ma al conteggio mancano ancora alcuni test. 

 

I contagi

Il numero dei contagiati, insomma, potrebbe salire ancora. Sta di fatto che più della metà dei fermani, tra invitati e staff, presenti al banchetto ha preso il Covid. Del secondo focolaio l’Area vasta 4 è venuta a conoscenza l’altro ieri sera. I positivi fermani, per ora, sono sette, sui settanta presenti. Ma il tracciamento dei contatti è appena cominciato. Come quello di Cupra Marittima, anche questo banchetto s’è tenuto al chiuso, sabato scorso. Gli invitati erano divisi in due sale. Per questo, non è detto che tutti dovranno fare la quarantena di precauzione. «Stiamo controllando la disposizione dei tavoli. Se verrà fuori che, su alcuni, non erano sedute persone positive, potremo limitare l’isolamento precauzionale solo a chi era seduto al tavolo di uno o più positivi», fanno sapere dal Dipartimento di prevenzione dell’Av4. Gli invitati al ricevimento erano 144. Dei 74 del Maceratese, i positivi sono 23. Le aree vaste 3 e 4 lavorano insieme per ricostruire i contatti dei contagiati. Adesso possono farlo, con la lista degli invitati in mano. Come per il matrimonio di Cupra Marittima, nell’Av 4, è stato un invitato alla cerimonia a portare a galla il focolaio. Aveva fatto il tampone e il suo nome era tra quelli dei positivi dell’altro ieri. Il Dipartimento di prevenzione l’ha contattato e, come agli altri positivi, ha chiesto se, nelle ultime due settimane, avesse partecipato a un matrimonio. Da lì sono venuti fuori il nome degli sposi (uno ha origini fermane, ma risiedono nel Maceratese) e la lista degli invitati. Nel Fermano, i focolai noti, al momento, sono questi due. 

I tamponi

«Continuano ad arrivare casi, ma non sono collegati tra loro o sono circoscritti a nuclei famigliari», spiegano dal Dipartimento di prevenzione. Se ce ne sono altri, sarà il tempo a dirlo. E l’aumento dei tamponi positivi. Perché «ad agosto e con le vacanze prenotate, l’idea di dover fare la quarantena precauzionale, certo, non incentiva le autodenunce», spiegano dal Dipartimento di prevenzione. Cioè, non si fa a gara a dire di essere stati a un matrimonio, a una festa o quel che è, dopo aver saputo che c’erano dei positivi. È effetto dei focolai l’impennata di contagi nel Fermano, dove ieri si sono registrati 42 nuovi casi. Il dato più alto dopo quello del Maceratese (70). Fermo è il Comune con più positivi (80), seguito da Porto Sant’Elpidio (53), Sant’Elpidio a Mare (32) e Montegranaro (30). Il Comune veregrense, tra i più grandi, è quello con l’incidenza maggiore (0,23%). A Porto San Giorgio i positivi sono 19, a Monte Urano 11. Cresce, di conseguenza, il numero delle persone in quarantena. Ieri, nel Fermano, erano 426 (+36 rispetto a mercoledì), di cui 72 sintomatiche (+24). Solo a Fermo, in isolamento, sono in 180. A Porto Sant’Elpidio in 82, a Sant’Elpidio a Mare in 72. Scendono a 14 i Comuni “Covid free”. Sono Francavilla d’Ete, Massa Fermana, Magliano di Tenna, Monsampietro Morico, Monte Giberto, Monte Rinaldo, Monte San Pietrangeli, Montefalcone Appennino, Montefortino, Monteleone di Fermo, Moresco, Ortezzano, Petritoli e Smerillo.

 

Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 09:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA