Ragazza 14enne violentata dal branco ma lei era «incosciente»: pena ridotta per gli aggressori

È polemica in Spagna, dopo che il tribunale di Barcellona ha condannato a pene che variano tra i cinque e i dodici anni di reclusione cinque persone accusate di uno stupro di gruppo ai danni di una ragazza 14enne a Manresa nel 2016. Le condanne relativamente lievi sono dovute alla derubricazione del reato, consentita dalla legge spagnola, da aggressione sessuale ad abuso sessuale, perché secondo i giudici la vittima era incosciente e gli imputati «potevano compiere atti sessuali senza usare alcun tipo di violenza o intimidazione». I giudici hanno anche assolto altri due imputati nella vicenda.