Spal-Napoli, viaggio nel club azzurro di Ferrara

Napoli Club Ferrara, dove nasce il terzo tempo tra i tifosi. Non solo il match alle ore 15, ma,  in occasione della Giornata Azzurra proclamata dal club, anche un ricco programma al quale sono benvenuti i tifosi spallini. Merito del direttivo presieduto da Vincenzo Russo che in poco più di un anno ha raccolto 120 iscritti al Collins Pub di Ferrara. E non solo per vedere le partite di Mertens e compagni ma anche per farne una base strategica per tutte le iniziative di uno dei club italiani più attivi. E allora ecco il programma della giornata azzurra in salsa estense. Alle ore 12 il pranzo e l’incontro con club e amici azzurri presso il centro di promozione sociale Il Parco in via della Canapa 4. Al pranzo hanno già aderito i Napoli Club di Bologna, Rovigo, Rimini, Conegliano Veneto, Genova, Mantova, Parma, Modena, Aprilia, Treviso, Trento, Udine e Reggio Emilia. Alle ore 15 la partita allo stadio Paolo Mazza, quindi alle 19.30 la cena sociale sempre a Il Parco. La serata sarà presentata dalla giornalista sportiva Margherita Mihalachi. Ospite d’eccezione l’ex bomber del Napoli Stefan Schwoch. Musica live con Lello Farina ed Elena Biolcati Rinaldi. Giornata alla quale interverranno anche tifosi spallini. "In fondo - racconta Russo - anche noi siamo simpatizzanti della Spal proprio perché è da trent'anni che vivo a Ferrara e le due squadre non si sono mai incrociate. E così abbiamo frequentato il Mazza per seguire la Spal come ora andremo con le sciarpe del Napoli al collo". Appuntamento in curva est, quella accanto al settore ospiti. "Saremo almeno in 300 che si sommano ai 1500 del settore in cui arriveranno i napoletani da fuori". Dire che il Napoli club Ferrara sia integrato nel tessuto sociale estense è dir poco. "Abbiamo simpatizzanti tifosi della Spal, bambini che stanno crescendo con le magliette del Napoli, convenzioni con i negozi e siamo molto preenti sia nel sociale che nel tessuto produttivo". L'1 aprile scorso una esperienza che è rimasta nella storia di Ferrara. Alla Sala Estense, il Teatro Cittadino "Ferrara è. ...mille culure": Napoli dalle origini ad oggi tra musica e teatro, per sostenere attività benefiche. Insieme Napoli Club Ferrara, Oltre i muri Onlus, ANCRI Associazione Nazionale Insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, AMF Scuola di Musica Moderna e Old Marpion's, con il patrocinio del Comune di Ferrara. Il ricavato della serata devoluto alla Cooperativa sociale Spazio Anffas Onlus di Ferrara. "E' stata una esperienza fantastica che racconta alla perfezioen quanto il Napoli club Ferrara vada oltre ciò che ci si aspetta tradizionalmente da un club di tifosi" racconta Russo. "Ferrara è... mille culure" ha proposto un'esplosione di cultura e folklore musicale e teatrale partenopeo con l'intento del direttore artistico Jacuvella di proporre un repertorio di canzoni classiche napoletane, ripercorrendo e raccontando la storia di Napoli dal medioevo ad oggi. E oggi ci sono anche Mertens e soci ed il terzo tempo tra i tifosi. Il catering? Del ritorante Anema e Core di Vigonza (Padova). "Dista 80 km ma sono napoletani e soprattutto lavorano benissimo". Parola del presidente di un cub che, parafrasando il Barcellona, è "Més que un Club"