Corea del Nord, Kim Jong-un dimagrito non tiene il discorso alla parata militare: sfilano anche i reparti anti-pandemia

Giovedì 9 Settembre 2021
foto

Imponente parata militare nella Corea del Nord  per celebrare i 73 anni della sua fondazione: visibilmente soddisfatto e anche assai dimagrito il leader e dittatore Kim Jong-un. Che insolitamente sfoggia per l'occasione un completo di foggia occidentale pure un po' abbondante.

«La parata militare di civili e forze armate di sicurezza si è tenuta nella piazza Kim Il-sung a Pyongyang per celebrare il 73esimo anniversario della fondazione della Repubblica», ha riportato l'agenzia di stampa nazionale.

Corea del Nord, attivato di nuovo il reattore nucleare di Yongbyon. Agenzia Onu: «È un caso preoccupante»

La parata è stata guidata dalle Guardie rosse operaie e contadine (Wprg), un'organizzazione di difesa civile in Corea del Nord composta da circa 5,7 milioni di lavoratori e agricoltori, pari a un quarto della popolazione del Paese. Il discorso di rito non è stato tenuto da Kim, ma da Ri Il-hwan, un segretario del partito.

La parata

La parata «militare di civili e forze armate di sicurezza» si è tenuta a mezzanotte nella piazza Kim Il-sung di Pyongyang, ma l'evento principale per celebrare il 73/esimo anniversario della fondazione della Repubblica popolare democratica di Corea è stata trasmesso dal network statale Kctv solo nel primo pomeriggio. Le immagini hanno mostrato soldati e lavoratori in marcia in tute ignifughe, con il leader Kim Jong-un, visibilmente più magro e con indosso un abito grigio chiaro, impegnato in lunghi saluti alla folla priva di mascherina anti-coronavirus o mentre abbraccia bambini. Tra toni trionfalistici «sull'unità della popolazione e di totale lealtà verso la leadership», in Piazza Kim Il-sung si sono visti camion dei pompieri, trattori e fuochi d'artificio a illuminare la parata, nonché mezzi pesanti come blindati, carri armati e cingolati, ma non i missili balistici. In una sezione si sono viste decine di tute di tipo ignifugo dal colore rosso vivo e maschere antigas, che potrebbe essere il segnale della costituzione di una forza speciale creata per aiutare a prevenire la diffusione di Covid-19. Al 19 agosto, la Corea del Nord non aveva registrato casi di coronavirus, secondo gli ultimi aggiornamenti dell'Oms: su quasi 38mila persone testate, tra operatori sanitari e soggetti con malattie simil-influenzali, tutte sono risultate negative. Altro colpo a effetto, le unità cinofile militari di ricerca, che il Rodong Sinmun, la 'voce' del Partito dei Lavoratori, ha descritto come «pronte a reprimere velocemente e completamente le manovre dei nemici, come le bestie rosse della lotta di classe». E poi ancora, studenti con piccole armi e le unità d'elite tra piloti e reparti speciali d'assalto.

Cina e Russia

I presidenti cinese Xi Jinping e russo Vladimir Putin hanno promesso sforzi per far progredire le relazioni con la Corea del Nord nei messaggi inviati al leader Kim Jong-un in occasione dei 73 anni della fondazione dello Stato eremita.

Ultimo aggiornamento: 22:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA