Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Willy Monteiro, le chat dei fratelli Bianchi tra minacce e pestaggi: «Con noi finisci in sedia a rotelle»

Venerdì 25 Giugno 2021
foto

fratelli Bianchi, Marco e Gabriele, imputati per la morte del giovane Willy Monteiro Duarte, ucciso a calci e pugni il 6 settembre del 2020 a Colleferro, vicino Roma, avevano una loro banda. E con gli altri membri tenevano una chat segreta nominata “gang bang” e successivamente ribattezzata anche come la “gang dello scrocchio” ossia del pestaggio, nella quale si scambiavano commenti, foto e video dei raid e delle “bravate”. Armi in pugno, coltelli, pistole e persino fucili, come in Gomorra

Ultimo aggiornamento: 20 Luglio, 15:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA