Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omicron, Oms: «In molti Paesi ancora focolai significativi»

Martedì 5 Aprile 2022
foto

Dall'inizio della pandemia Covid «alcuni paesi sono stati in grado di compiere reali progressi nell'arrestare la malattia. Molti paesi, tuttavia, stanno continuando a far fronte a focolai significativi. L'emergere di Omicron ha innescato un'ondata di trasmissione globale i cui impatti si fanno ancora sentire». Per questo, «mentre ci concentriamo su un futuro in cui la fase acuta della pandemia è terminata, permangono molte sfide» e «sarà necessario un controllo costante del virus nel 2022 e oltre». Così Michael J. Ryan, direttore esecutivo di Health Emergencies Programme dell'Oms nel rapporto 2021 WHÒs response to Covid-19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA