Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Frosinone, il primo giorno del vaccini anche per i più piccoli

Giovedì 16 Dicembre 2021 di Matteo Ferazzoli
Frosinone, il primo giorno del vaccini anche per i più piccoli

Una vera e propria “festa del vaccino” dedicata ai più piccoli. Ieri pomeriggio, ha avuto inizio anche in Ciociaria la campagna vaccinale per i bambini che hanno un’età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Intanto, sale però il numero di contagi: 163 nuovi positivi.
LA GIORNATA
Nella sala teatro dell’Asl di Frosinone, ieri pomeriggio dalle ore 16, c’erano diversi clown e intrattenitori. Erano lì per far vivere ai 50 bambini che si sono sottoposti al vaccino, tutti fragili e da proteggere perché portatori di pregresse malattie, il momento dell’inoculazione come fosse un gioco. L’emozione in qualche bambino era evidente, qualcun altro si era portato un peluche da casa per avere maggior forza. C’è stato anche qualche pianto, dopo la puntura.
Tra i più piccoli in fila, però, svettava Gioele che, con un sorriso largo e dai suoi 8 anni ancora da compiere, ha spiegato con orgoglio: «Sono contento perché adesso mi fanno il vaccino. Sono assolutamente un pro-vax». E suo padre, sorridendo, ha confermato: «Si voleva vaccinare già a marzo del 2020, quando i vaccini neanche erano stati creati». Insieme a loro, anche Sofia, 11 anni. Il padre ci ha spiegato: «Facciamo vaccinare lei e Gioele per tornare a una vita normale. I rischi del vaccino sono bassissimi». In fila, poi, anche Aurora, 11 anni e sua madre Stefania: «La faccio vaccinare per tutelarla – ha spiegato la mamma- essendo mia figlia affetta da altre patologie. Credo molto nei vaccini e la giornata di oggi la stavamo tanto aspettando».
Ai bambini è stata somministrata 1/3 della dose di Pfizer che viene utilizzata per gli over 12. Al fianco dei più piccoli, oltre i genitori, anche i pediatri di famiglia, insieme ai clown e a diverse mascotte. Tra l’altro, è stato anche regalato ai bambini “coraggiosi” un biglietto del Dream Cinema di Frosinone.
I NUMERI
Arrivano, poi, altre buone notizie sul versante vaccini e giovani. Il 96% dei ragazzi tra i 12 e 17 anni si è vaccinato. E ancora: sono già 1800 le famiglie che hanno prenotato il loro turno per sottoporre i bambini dai 5 agli 11 anni al vaccino Pfizer.
«Ricorderemo questa giornata per sempre – ha dichiarato la direttrice generale dell’Asl di Frosinone, Pierpaola D’Alessandro- è l’inizio della protezione anche per i bambini. Dobbiamo farlo assolutamente, così da evitare conseguenze più nefaste. La cosa bellissima, poi, è che già 1800 famiglie hanno prenotato il vaccino per i loro bambini che hanno dai 5 agli 11 anni. È una risposta di grande fiducia verso la sanità e di grande attenzione verso i più piccoli». Sulla situazione attuale in Ciociaria legata alla pandemia, la D’Alessandro ha spiegato: «Il vaccino è uno scudo che ci progetti dagli effetti più deleteri, quindi i ricoveri e decessi. Il virus continua finché trova non vaccinati in cui poter prosperare. Sicuramente ci sarà una crescita delle positività, andando incontro alle feste di Natale. Ma il vaccino ci sta proteggendo. I casi gravi che abbiamo – conclude- sono di non vaccinati».
Attualmente, ci sono 4 persone in terapia intensiva. Si sta pensando di allargare il numero di posti letto, in base alle esigenze. I ricoverati per Covid, tutti nell'ospedale “Spaziani” del capoluogo sono 41. Tra le persone ricoverate anche qualche vaccinato: «Molto spesso i ricoverati vaccinati hanno altre patologie che inducono una fragilità del sistema immunitario – ha spiegato la D’Alessandro- Il vaccino è sicuro e protegge dalle conseguenze peggiori. Se ci sono altre malattie, non è escluso che ci si possa ricoverare lo stesso». Intanto, nella giornata di ieri si è registrato un decesso: un uomo di 72 anni residente a Guarcino con patologie pregresse. Su 2108 tamponi effettuati ci sono stati 163 nuovi positivi. Le persone negativizzate sono invece 102. Ad aver avuto più nuovi contagiati la città di Cassino con 16 positività, poi Ceccano con 15 nuovi contagi, Isola Liri con 11, Anagni con 10, Alatri e Pontecorvo con 8 positività, Monte San Giovanni Campano con 7. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA