Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid Frosinone, l'inizio di settimana è nero: quattro morti in un giorno

Martedì 26 Luglio 2022 di Vincenzo Caramadre
Covid Frosinone, l'inizio di settimana è nero: quattro morti in un giorno

I contagi, ormai da cinque giorni, sono in calo, ma in Ciociaria si continua a morire di Covid: nella giornata di ieri ci sono stati quattro morti.
Si tratta di due uomini (un 80enne di Castro dei Volsci e un 89enne di Ceprano) e di due donne (una 94enne di Anagni e una 92enne di Frosinone) tutti con patologie croniche pregresse. Una giornata da dimenticare per la Ciociaria, maglia nera della Regione. Con gli ultimi quattro decessi, salgono a 14 i morti in Ciociaria nel mese di luglio. Altra giornata nera c’era stata l’8 luglio con tre decessi in 24 ore. C’è stata poi la tragedia di Alatri, dov’è morto il bambino di 10 anni, risultato positivi al coronavirus.
Stabili, invece, i ricoveri: sono 85 i posti letto occupati all’ospedale Spaziani di Frosinone, dove c’è l’unità operativa Covid. Flette, come accennato, la curva dei contagi: ieri su 729 tamponi eseguiti domenica, sono stati comunicati 94 positivi.

Il rapporto positivi-tamponi è stato del 12,8 percento. Resta il divario anche tra i positivi e guariti, ieri, questi ultimi, sono stati 146. La mappa dei nuovi casi, suddivisa per territorio, è stata la seguente: Cassino 10; Sora 8, Frosinone 7; Anagni e Monte San Giovanni Campano 6; Amaseno 5; Alvito, Paliano e Veroli 4; Alatri, Arpino, Fiuggi, Santopadre e Villa Santo Stefano 3; Boville Ernica, Ceccano, Isola del Liri, Pontecorvo e Torre Cajetani 2. Un caso in altri 15 centri ciociari. Andamento, quello della provincia di Frosinone, che segue quello regionale, dove ieri ci sono stati 2.316 nuovi casi positivi (il 50 percento in meno rispetto a domenica) e 12 decessi.

LA QUARTA DOSE
La quarta dose di vaccino non è obbligatoria, ma fortemente consigliata dalle autorità, per gli ultra 60enni e i fragili maggiori di 12 anni. Per chi è stato positivo, come già chiarito dall’Agenzia del farmaco, devono trascorrere almeno 120 giorni. L’Asl di Frosinone per favorire l’accesso alla vaccinazione ha riattivato gli hub in tutti i distretti sanitari, sia con i percorsi ordinari sia pediatrici.
Resta sempre aperta però la questione della carenza dei posti letto, la settimana scorsa ci sono state lunghe file di ambulanze al pronto soccorso dell’ospedale Spaziani di Frosinone e le proteste a Cassino per le attese, con la storia di una 79enne, la quale dopo cinque giorni di attesa al pronto soccorso ha rinunciato.

Ultimo aggiornamento: 27 Luglio, 15:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA