Morto in un incidente Lorenzo Vona: il 29enne di Arpino lavorava ad Amici di Maria De Filippi

Domenica 19 Settembre 2021 di Roberta Pugliesi
Morto in un incidente Lorenzo Vona: il 29enne di Arpino lavorava ad Amici di Maria De Filippi

Tragico risveglio per la città di Arpino, in provincia di Frosinone. A soli 29 anni muore Nicolas Vona. Stava percorrendo la provinciale che collega località Girone all’ex statale 82, nei pressi di San Sosio. Improvvisamente, per cause al vaglio della Polizia Stradale, ha perso il controllo della sua Mini Cooper schiantandosi qualche centinaio di metri prima del bivio per Morroni.

Il tragico incidente stradale è avvenuto tra le 2 e le 3 di notte. La notizia del decesso si è sparsa subito in paese suscitando dapprima incredulità, poi sgomento e commozione. Sabato sera il giovane, collaboratore delle reti Mediaset, dove era impiegato come tecnico nel programma “Amici” di Maria De Filippi, aveva partecipato alla festa di laurea della sorella della sua fidanzata in località Vano Scaffa. Una serata trascorsa in allegria con gli amici. poi i saluti ed il viaggio per tornare a casa.

«Parlavamo dei nostri ricordi qualche sera fa, ancora non posso credere che avrei riguardato questa foto piangendo - scrive l’amico Mario pubblicando una foto di un compleanno di tanti anni fa -. Voglio ricordarti così, quel sorriso, una banda di matti scalmanati. chi lo avrebbe mai detto che tu e questi pazzi qui, sareste stati l'inizio della mia nuova vita qui ad Arpino. Non riesco a smettere di pensare quanto la vita a volte sia crudele. Arrivederci Amico mio».

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio degli amici del giovane Nicolas, un ragazzo solare e molto conosciuto, pieno di vita e con tanti progetti, di una famiglia stimata e nota. La sua morte lascia un vuoto incolmabile. Appassionato di calcio, amante dei cani, partecipava al tradizionale gonfalone che si svolge in estate ad Arpino. È stata la Polizia Stradale di Frosinone ad eseguire i rilievi del sinistro le cui cause non sono ancora chiare.

Forse una disattenzione, un malore oppure l’attraversamento di animali (non sarebbe la prima volta) potrebbero aver provocato la perdita del controllo della Mini Cooper sulla quale viaggiava Lorenzo. Era il suo secondo nome, in omaggio e ricordo al nonno Lorenzo Cossa, di una storica famiglia del paese.

Lascia la madre Angela, il papà Ugo che conduce un’attività a Isola del Liri, la sorella Iris, insegnante ed eccellente artigiana della ceramica come la madre, il cognato, l’avvocato Emanuele Forte. Tutti distrutti dal dolore. Lo ricordano contrade e quartieri del Gonfalone, del quale Nicolas fu protagonista nella corsa della carriola con il quartiere Ponte. Il quartiere Arco ha invece annullato il momento conviviale previsto per ieri dopo il successo ex aequo nell’ultima edizione.

Godeva del rispetto di tutti. Lo omaggiano i numerosi amici che aveva con una serie di considerazioni che toccano le corde della commozione. In molti hanno raggiunto la camera mortuaria del cimitero comunale di Sora dove la salma è stata ricomposta e dove è allestita la camera ardente.

I funerali di Nicolas saranno officiati domani 20 settembre alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo ad Arpino.
i

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA