Tumori cerebrali, nasce il percorso diagnostico terapeutico assistenziale della Asl

Tumori cerebrali, nasce il percorso diagnostico terapeutico assistenziale della Asl
Venerdì 5 Agosto 2022, 10:24
3 Minuti di Lettura

La Asl di Frosinone ha attivato il "percorso diagnostico terapeutico assistenziale" (Pdta) per i tumori cerebrali. «Si potranno ottenere vantaggi importanti per i pazienti  che avranno a propria disposizione tutti i professionisti in grado di stabilire quali e in che tempi sottoporsi a determinate visite specialistiche, guadagnando tempo ed evitando spostamenti».

Per ciascun paziente, infatti, viene creato un percorso di cura specifiche tenendo conto anche delle sue esigenze. Attraverso  il Pdta il paziente oncologico viene preso in carico e seguito da un gruppo multidisciplinare di esperti dalla diagnosi alla terapia, fino al follow-up.

Il gruppo  e è composto dai referenti di neurochirurgia, anatomia patologica, radiologia, radioterapia, oncologia, psichiatria, lungodegenza riabilitativa, riabilitazione post-acuzie, medici di base e dell'assistenza domiciliare integrata coordinati dai referenti   Giancarlo D’Andrea e   Vincenza Maiola e nel ruolo di "case manager"  oltre che da Stefania De Santis.

Per ciascun paziente verrà stilata e archiviata una scheda personalizzata inerente alle singole fasi del Pdta che riporterà le attività svolte e le tempistiche di erogazione. I dati confluiranno presso l'unità dipartimentale e saranno analizzati durante le riunioni del Gruppo di Lavoro.

Con il percorso  è possibile avere: un controllo Tac a 24 ore dall'intervento e un appuntamento di controllo per risonanza magnetica entro 15 giorni dall'intervento stesso; una diagnosi anatomo-patologica entro sette giorni dall'intervento; condividere con il proprio medico di famiglia e le unità di lungodegenza/riabilitazione post-acuzie la gestione del percorso personalizzato successivo intervento; una valutazione oncologica e radioterapica entro 10 giorni dall'intervento; iniziare il trattamento radioterapico in combinazione con quello che hanno traffico entro 30 giorni dall'intervento chirurgico. 

 «Questo Pdta - spiegano i responsabili - rappresenta un’importante chiave di svolta nella formalizzazione della centralizzazione del paziente e della sua malattia. Da circa 3 anni il nostro centro accoglie pazienti con tumori cerebrali e del sistema nervoso da tutta Italia ed anche dall’estero. Da adesso tutto il percorso del paziente con tumore cerebrale può svolgersi all’interno del territorio della provincia di Frosinone con livello di assistenza completo e molto elevato».

 Per accedere al Percorso è possibile inviare direttamente una mail a vincenza.maiola@aslfrosinone.it 

© RIPRODUZIONE RISERVATA