Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cher e la notte di terrore: «Un uomo ha tentato di uccidermi, salvata da due fan»

Mercoledì 16 Dicembre 2020
Cher (Instagram)

Cher ha rischiato di morire per mano di un uomo che ha tentato di ucciderla. I fatti risalgono al 1982, quando la cantante Cher è stata aggredita mentre lavorava in uno spettacolo a Broadway ed è stata salvata dalla corsa di due fan.

Cher stava recitando a Broadway al Martin Beck Theatre (oggi noto come l’Al Hirschfeld Theatre): “Un uomo ha provato ad uccidermi nel 1982 – ha raccontato a ”G2 Magazine” -  All'epoca, mi piaceva scendere dal palco a Broadway e salutare le persone. Quest'uomo mi ha stretto la mano e ha immediatamente iniziato a farmi male, dicendomi che, se avessi fiatato, mi avrebbe uccisa".

La fortuna di Cher è stata l’intervento di due fan che si sono accorti della situazione ed hanno iniziato a correre contro l’aggressore, che spaventato è fuggito via. Cher ha poi stretto un rapporto di amicizia con i suoi due salvatori e da allora, come ha spiegato, non ama esporsi al pubblico alla fine di un’esibizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA