«Papà non ha il Covid, mi picchia e mi dà psicofarmaci», la videochiamata choc del figlio di Corona a Nina Moric

Martedì 20 Ottobre 2020 di Redazione Leggo Gossip
Carlos Corona durante la videochiamata con la mamma Nina Moric

Una videochiamata alla mamma Nina Moric in cui Carlos Corona, 18enne figlio di Fabrizio Corona, parla del padre e fa sapere: «Mi picchia, mi dà gli psicofarmaci e non ha il covid».

Leggi anche > Elisabetta Gregoraci, dichiarazione d'amore a Pierpaolo Pretelli al Gf Vip: «Sei stato un fulmine a ciel sereno, non voglio perderti»

La videochiamata è stata pubblicata dall’account di Nina Moric, seguita da una didascalia in cui l'ex modella spiega i motivi dietro alla condivisione: «Carlos Maria – ha scritto sul social - mi ha chiamato e ha voluto che questo video sia pubblicato, senza nessuno scopo di lucro ma solo per aiutare mio figlio sulla sofferenza che sta vivendo da 3 mesi senza poter dare la sua voce, finalmente è riuscito lui stesso a dire LA VERITÀ».

Nella chiamata Carlos appare un po’ confuso: «Io, Carlos Maria, vorrei essere sincero su tutto questo. Mi sento una schifezza perché ho combinato un casino. Mio padre non ha il coronavirus, è tutto strumentalizzato per andare contro mia mamma. Io amo da morire mia madre e darei la mia vita per lei. So che alcuni non mi crederanno e altri sì. Io non sono nessuno per dirvi niente, sono solo una persona e sono molto arrabbiato, mi verrebbe di prendere e ammazzare tutti, ma non lo faccio perché starei una schifezza, quindi non lo faccio. Devo solo migliorare e andare avanti con la mia vita per fare del bene. Sono sotto cura farmacologica dallo psichiatra».

E’ il padre che gli darebbe psicofarmaci che non dovrebbe prendere («Sì, esatto, perché ha paura della verità. Non mi vuole dire la verità: è un falso e un bugiardo»), e il motivo per cui torna sempre da lui è «Per pietà, perché voglio che cambi, ma non cambia quindi è inutile e non ci tornerò più. Non asseconderò più la sua verità, combatterò contro di lui». La madre poi gli chiede se viene picchiato: «Sì certo, ma io combatterò sempre contro di lui, per il suo bene (…) Io non ho paura di Fabrizio Corona, non ho paura di niente. L’ho lasciato parlare perché altrimenti gli spezzo il cuore. Ma ora me ne torno a casa. Sono un guerriero e combatto a testa alta. Vado da lui».

Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre, 19:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA