Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Coronavirus, Soleil Sorge: «Troppi allarmismi, non è la peste: muoiono solo gli 80enni»

Lunedì 9 Marzo 2020
Coronavirus, Soleil Sorge: «Troppi allarmismi, non è la peste: muoiono solo gli 80enni»

Soleil Sorge è partita per Punta Cana in Repubblica Dominicana. La ex compagna di Jeremias Rodriguez ha preso il volo il giorno prima che la Lombardia chiudesse alcune province a causa del Coronavirus, ma la partenza non è stata presa bene da molti followers che hanno criticato la sua scelta.

Leggi anche > Caterina Balivo e il Coronavirus, appello ai giovani: «Ci sono 18enni intubati, se andate in giro siete dei kamikaze»

La Sorge sottolinea come nessuno in aeroporto le abbia fatto dei controlli, né abbia avuto problemi a lasciare la città. Arrivata a destinazione è stato controllato che non avesse sintomi, ma poi è stata lasciata andare. Soleil ha poi spiegato: «Di allarmismo ce n'è già abbastanza nel mondo, ci hanno fatto partire tranquillamente, quando siamo arrivati ci hanno testato i sintomi, ad ogni modo hanno verificato che non avessimo alcun sintomo del virus e ci hanno lasciato entrare tranquillamente, ed eccoci qui».
 

 

Una volta ai Caraibi ha appreso della quarantena forzata ma ha voluto dire la sua con una frase che non è piaciuta molto. «Non è la peste. Muoiono solo gli 80enni. Non andate nel panico, troppo allarmismo». Chiarendo la sua posizione: «Siamo arrivati a questo punto perché non abbiamo un sistema di prevenzione, test e controllo. Non possiamo contenere perché non abbiamo i mezzi per curare una qualsiasi pandemia o epidemia. Non vi tengono a casa perché è una piaga mortale, ma perché non abbiamo un’organizzazione adeguata. Come potete leggere sul sito dell’Istituto Superiore della Sanità, il virus non è mortale, colpisce persone tra gli 80 e i 90 anni nei due terzi dei casi e con patologie pregresse».

Continua nelle sue storie a parlare del suo punto di vista sull'emergenza sanitaria e conclude: «Non è una piaga, non è che state tutti morendo o per scoppiare. Pensate voi se fossimo in guerra effettiva come i nostri nonni o se ci fosse una piaga mondiale pesante, ma di quelle pesanti, pesanti eh… questa è la nostra reazione… boh». Poi arriva il post, sexy, immersa in una vasca da bagno piena di schiuma e la didascalia: «Quando mi dicono "lavate bene le mani"».

Ultimo aggiornamento: 19:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA