Laura Chiatti, la frecciata di Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione dopo l'intervista a Domenica In: cosa hanno fatto

L'attrice è stata travolta dalle polemiche dopo aver confessato a Mara Venier di non permettere al marito di fare lavori domestici perché lo riterrebbe poco sensuale

Laura Chiatti, la frecciata di Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione dopo l'intervista a Domenica In: cosa hanno fatto
Laura Chiatti, la frecciata di Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione dopo l'intervista a Domenica In: cosa hanno fatto
di Redazione Web
Giovedì 4 Maggio 2023, 16:12 - Ultimo agg. 17:59
3 Minuti di Lettura

Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione hanno lanciato una frecciatina a Laura Chiatti dopo le dichiarazioni dell'attrice a Domenica In. La Chiatti è stata infatti travolta dalle polemiche dopo aver confessato a Mara Venier di non apprezzare particolarmente gli uomini che aiutano in casa. Ha ammesso che vieta al marito, Marco Bocci, di lavare piatti, o di rifare il letto, perché vederlo in queste mansioni inciderebbe sull'eros.

Claudia Motta attaccata dopo l'addio all'Isola, il fidanzato Simone Rugiati la difende: «Ha rischiato, non sapete niente»

Simone Antolini, il fratello parla del rapporto con Cecchi Paone: «Ancora non ce l'ha presentato, ma vi dico come l'ha conosciuto»

La frecciatina

Parole che non sono piaciute ai telespettatori e ai followers che l'hanno duramente criticata. Laura ha replicato spiegando bene cosa intendesse dire nell'intervista, ma a distanza di giorni ancora si fa riferimento alle sue parole. Nello specifico Tartaglione si è quindi mostrato a tavola, con un piatto vuoto di fronte. «Io ho terminato il mio pranzo e adesso vado a lavare il mio piatto.

Amore l’eros tutto ok?»ha commentato l’influencer, rivolgendosi alla fidanzata con tono ironico. Lei, dal canto suo,  ha alzato i pollici in segno di approvazione.

La spiegazione

La Chiatti ha tenuto a precisare che le sue erano battute ironiche: «Premetto che una battuta goliardica in un contesto divertente e spensierato come il salotto di Mara Venier non può e non deve esser etichettata come discriminatoria o peggio ancora sessista…sono concetti che non mi appartengono e che ripudio con forza». Ma forse non ha convinto troppo con la sua spiegazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA