Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tommaso Zorzi a Verissimo: «Londra mi ha aiutato a fare outing. Mi sono spesso innamorato di uomini impegnati»

Nel giorno in cui compie 27 anni, l'influencer si racconta a Silvia Toffanin e presenta il suo secondo libro, 'Parole per noi due'

Sabato 2 Aprile 2022
Tommaso Zorzi a Verissimo: «Londra mi ha aiutato a fare outing. Mi sono innamorato spesso di uomini già impegnati»

Tommaso Zorzi compie 27 anni oggi ed è ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, anche per presentare il suo secondo romanzo, 'Parole per noi due'.

Leggi anche > Ditonellapiaga, a Verissimo la rivelazione di Sanremo: «Il mio nome d'arte? Ecco perché l'ho scelto»

Tommaso Zorzi, che oggi compie 27 anni (ma scherza affermando «percepiti 52»), ha scritto un nuovo romanzo che, a differenza del primo, è molto meno ispirato a se stesso. «I protagonisti sono due e rappresentano due lati del mio carattere e della mia personalità. Nel romanzo una persona si innamora di un uomo già impegnato con una ragazza, a me è successo tante di quelle volte, ma sempre 'guardare e non toccare'... Io credo che innamorarsi di uomini impegnati capiti perché ci si innamora di qualcuno che non si può avere e non della persona» - spiega l'influencer e opinionista - «Non rinnego niente di ciò che ho fatto, anche se tante cose sono un po' 'cringe'. Con mio padre ho recuperato il rapporto, merito di Alfonso Signorini che è arrivato dove non sono arrivati gli psicologi. Ormai è inutile ripensare al passato, per avere buoni genitori occorre anche essere buoni figli e non sempre sono stato un buon figlio, per due anni sono stato un cavallo pazzo, ho toccato il fondo e rischiato. Loro sapevano che stavano sbagliando e mi hanno lasciato sbagliare, un genitore deve fare anche questo».

Tommaso Zorzi racconta poi il bullismo di cui era stato vittima: «I ragazzini sanno essere davvero cattivi e la scuola, la classe, a quell'età è il tuo mondo. Me ne ha dette di tutti i colori e per questo i miei mi avevano incoraggiato ad andare a Londra. Quando lasci il tuo paese, lasci la tua reputazione e ciò che dicono di te, ricominci da zero. Se non fossi andato a Londra, non avrei impiegato pochi mesi a scrivere quella mail ai miei genitori spiegando di essere gay. Ci avrei messo molto di più». Si parla poi di Tommaso Stanzani: «La mia famiglia è molto felice per me e tra lui e mia madre è nato un rapporto bellissimo. Lui ha un bel caratterino, ma anche io. Lui è gelosissimo, io sono un finto non geloso. Il matrimonio? Non sono un fan, ma amo le feste e mi piacerebbe coronare il nostro amore, anche se non è qualcosa a cui ambisco più di tanto».

Ultimo aggiornamento: 20:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA