Napoli, una via per Pino Daniele: tutto pronto per l'inaugurazione

Martedì 29 Settembre 2015
E venne il giorno di via Pino Daniele. Oggi pomeriggio, alle 16, vico Donnalbina diventerà via Pino Daniele. La targa del nuovo toponimo sarà scoperta alla presenza dei familiari del nero a metà e del sindaco Luigi de Magistris che ha firmato la delibera per intitolare all'indimenticabile artista la strada che si trova nell'immediate vicinanze della sua casa natale.



Alla cerimonia hanno assicurato la loro presenza molti dei compagni di musica e di vita del cantautore napoletano, a partire da James Senese. L'eccezione alla norma che vorrebbe che non si possa intitolare una strada a un caro estinto prima che siano passati dieci giorni dalla sua morte, mostra ancora una volta quanto l'amministrazione de Magistris abbia saputo reagire con immediatezza alla scomparsa dell'uomo in blues, prima nei giorni del cordoglio con il funerale in piazza del Plebiscito e poi ospitando le ceneri al Maschio Angioino, ora nei giorni del ricordo.



Un'operazione che non si ferma alla toponomastica, visto che il Pan accoglierà dal 16 ottobre «Addove», una mostra di fotografie e video di Alessandro D'Urso, a lungo fotografo ufficiale del lazzaro felice, che ha deciso di raccontare con i suoi scatti il Pino uomo più che il Daniele artista, di svelare il dietro le quinte di un musicista spesso definito come un carattere da orso, ma che - nei rapporti con l'allora moglie Fabiola, con le figli, con gli amici - si dimostra piuttosto un «orsacchiotto» alla ricerca di affetto. Un racconto originale, lontano dalla retorica, spesso anche strumentale, di molti degli omaggi dilaganti. L'inaugurazione di oggi pomeriggio servirà, probabilmente, anche per annunciare prossimi tributi, pubblici e privati, in arrivo: l'importante è saper distinguere quelli sinceri e ben fatti da quelli retorici e/o sguaiati.



r.s.
Ultimo aggiornamento: 17:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA