M5S, caos parlamentarie. E scoppia il caso quote rosa

ARTICOLI CORRELATI
di Stefania Piras

11
  • 205
Votazioni chiuse. «Il voto si è svolto con regolarità e in sicurezza, il caos non c'è stato», si legge sul blog di Grillo. In realtà nel tardo pomeriggio si era optato per prorogare perché anche ieri il sito Rousseau su cui si sta velocemente spostando tutta l'attività politica del M5S (i siti ufficiali che custodivano le liste civiche composte dai primi, temerari candidati consiglieri comunali dal 2009 in poi sono sparite da quando esiste la nuova associazione M5S), ha faticato a reggere più connessioni contemporaneamente. «Rousseau, c'è tanto da migliorare», questo il commento di un neoiscritto deluso. Tuttavia «i risultati delle votazioni sono stati affidati a due notai che li custodiranno fino a domenica - si legge nel blog - Le liste definitive saranno annunciate questa domenica a Pescara».

Gli esclusi (tanti) ora parlano di test falsato: «È una finzione». E minacciano una pioggia di ricorsi. Altro problema: ci sono pochissime donne negli elenchi del M5S e al Senato la compensazione delle liste non è a livello nazionale bensì regionale. Ecco perché molte aspiranti senatrici over 40 sono state deportate alla Camera con una deroga al regolamento last minute. E questo comporta il rischio di non centrare l'elezione per diversi deputati uomini. Per esempio in Abruzzo gli uscenti sono tre uomini, e dovendo inserire una donna nel listino, uno dei due finirà in una rischiosa quinta posizione. Oppure a Bitonto, dei 35 che hanno presentato la loro candidatura alle parlamentarie, solo 5 sono donne, di cui solo due attiviste. Insomma, la confusione (tecnologica ma anche politica) è grande sotto al cielo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 18 Gennaio 2018, 07:41 - Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2018-01-18 18:27:39
mi rincuora, il pensiero che dopo il 4 marzo dovete andare a lavorare pur sapendo fare niente, certo mi direte ma, che faremo?! niente perche' niente sapete fare (apriteVi un frutta e verdura)
2018-01-18 16:51:24
incredibile che alla luce di quello oggetivamente visto nelle recenti amministrazioni Grilline, ci sia ancora qualcuno capace di credere à questi imbonitori ciarlatani. Peccato xché sono sicuro che la base é in grande parte fatta da gente sana, semplicemente stufa di vedere i soliti truffaldini sempre al potere nel tempo. Detto questo non é l'antipolitica o il populismo l'antitodo, ma semplicemente la stessa politica ma fatta bene onestamente et professionalità. Non ho paura dei politici di professione, ho paura che degli incopetenti si ritrovino à rappresentare i miei i nostri interessi..
2018-01-18 12:12:56
la base (quale?????) quei 4 gatti che votano on line contesta??? ma si sapeva già che i candidati erano già stati scelti dal trio!!! e non è la prima volta (il caso genova insegna!!!!!) bisogna essere amici sottomessi del trio per essere esponente grillese!!!!! e questo sarebbe il nuovo che avanza?????? ridicoli!!!!!!
2018-01-18 14:39:29
Se non recitassero la farsa dei candidati scelti con voto dalla base, farebbero migliore figura . Invece continuano a volersi presentare come diversi dagli altri, poi , dietro le quinte fanno tutt'altro e programmano i clic. Alcuni se ne stanno rendendo conto, ma sono ancora troppo pochi.
2018-01-18 22:36:40
Complotto, complotto!

QUICKMAP