«Questa Lega è una vergogna»,
è rivolta contro la Pontida del Sud

26
  • 1364
Si chiama questalegaeunavergogna.it il sito creato sul web dai promotori di un manifesto contro la due giorni che la Lega sta organizzando per il 29 e 30 settembre a Campagna, in provincia di Salerno: si tratta della prima kermesse campana del partito di Salvini, di cui non si conosce ancora il programma ma alla quale dovrebbero partecipare vari big nazionali del Carroccio. Una sorta di Pontida del Sud che non piace ai firmatari del manifesto, tra i quali gli scrittori Roberto Saviano e Maurizio De Giovanni e l'ex sindaco di Lampedusa Giusy Nicolini.

«Saremo anche noi a Campagna il 29 e 30 settembre: per rivendicare ciò che siamo, noi popolo antifascista e antirazzista a difesa dei diritti civili, sociali e politici. Invitiamo tutto il Paese a partecipare perché è nei valori della Resistenza che ci siamo sempre riconosciuti come appartenenti di uno stesso popolo», si legge nel manifesto anticipato oggi nelle pagine napoletane di Repubblica.

«Per oltre vent'anni la Lega Nord e Matteo Salvini hanno riservato al popolo del Sud Italia gli insulti più violenti e spregevoli. Gli effetti di tale propaganda sono riscontrabili negli episodi di razzismo e di discriminazione nei confronti dei meridionali, un odio che ancora oggi alberga nei leghisti di vecchia data, trasferito solo qualche anno fa contro i nuovi 'nemicì, i migranti. Noi non dimentichiamo».
Sabato 8 Settembre 2018, 11:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 26 commenti presenti
2018-09-08 16:29:45
forse i varfi PD ed altri non sono ancora riusciti a capire che hanno perso consensi alle elezioni, sarebbe ora di sforzarsi e capire.
2018-09-08 15:55:27
Premesso che io sono un meridionalista e per giunta antileghista. Ma lo abbiamo mai formato e votato un partito che guarda al SUD?
2018-09-08 15:48:37
Sì sono razzista!! 4rinnegati che per opportunismo sono pronti a vendersi a quelli che fino ad ieri li deridevano e li offendevano!! In quanto ai valori della resistenza sono validi soprattutto adesso che il paese si è consegnato agli eredi del centro!!!!
2018-09-10 16:50:08
I valori della resistenza sono sempre indiscutibili, cambia solo contro chi bisogna resistere... sino all'altro giorno abbiamo fatto la resistenza antiPD o meglio antiveteromarxista... che sono stati bastonati sonoramente nelle urne... ancora scioccati dalle loro stalle i muggiti sono cambiati in lamenti di disperazione contro Salvini e contro chi lo sostiene... allora spuntano parole come xenofobila, razzismo, fascismo etcc. Cari comunistoidi, non vi ricordate quante violenze avete perpetrato contro il popolo italiano? Che dopo averci fatto invadere da mezzo mondo nel giro di 5 anni da governi cattocomunisti, ancora non siete paghi...come se non bastasse volevate anche la ciliegia sulla torta per lo ius soli per metterli sullo stesso piano degli italiani che si sono smazzati per fare grande questo Paese... Quando si elargisce un diritto senza aver esplicato il proprio dovere è una forma di razzismo contro chi si smazza per il l'obbligo del dovere per raccogliere il proprio diritto ... una regola di vita che si pratica nel mondo civile, da non confondere con la posizione ideologica del progressismo che va sempre a danno di chi lavora per concedere un diritto inesistente attraverso la politica e le leggi a chi non ha dato nulla o quasi... Oggi ci tacciate per razzismo etcc. dopo aver sfasciato l'intero Paese anziché meditare sulle vostre gravissime responsabilità... che se avreste saputo governare il Paese, non avreste perso malamente le elezioni... sembrate una massa d'invidiosi in delirio totale... abbiate almeno la decenza di tacere, davvero alla vergogna non c'è limite.
2018-09-08 14:52:12
cacciate gli invasori

QUICKMAP