La festa religiosa blocca il traffico,
il residente aggredisce il parroco

di Roberta Salzano

0
  • 35
ANGRI - Tentativo di aggressione ai danni del parroco della madonna della Pace don Antonio Cuomo. L’episodio si è consumato venerdì scorso in serata, in vista della cinque giorni di festeggiamenti. Ad inveire contro il parroco mentre percorreva il secondo tratto di Corso Vittorio Emanuele sarebbe stato un residente, esacerbato dai provvedimenti con i quali è stato disposto il divieto di transito e di sosta fino all’incrocio con la Statale 18, per consentire lo svolgimento della manifestazione. Solo l’intervento degli agenti della polizia locale ha impedito che l’aggressione verbale potesse avere un epilogo diverso. 

L’uomo è stato allontanato dai caschi bianchi, che hanno cercato di smorzare i toni. Ma le polemiche tra abitanti e commercianti, si rincorrono dalla fine di agosto quando è stato pubblicato il programma della festa e il quartiere si è dovuto misurare con sicurezza e divieti. La querelle è rimbalzata anche sui principali social network, dopo quella per la chiusura del passaggio a livello e l’apertura della nuova strada di collegamento che con le prime piogge ha mostrato le sue criticità. 

Per l’edizione 2017 una raffica di multe sorprese i fedeli che avevano parcheggiato sui marciapiedi vicino alla chiesa, quest’anno è stata aperta al pubblico l’area parcheggio dell’ex scalo merci. La possibilità di sostare e circolare è stata vietata dalle 14 alla mezzanotte di venerdì e lunedì mentre è stata estesa a tutta la giornata per il weekend, in occasione del Summer Musical Festival. Il divieto di sosta insiste da tempo nel secondo tratto di Corso Vittorio Emanuele, ma viene disatteso.
Martedì 11 Settembre 2018, 06:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP