Tangenziale di Napoli, la guerra dei pedaggi: il Comune rivuole sei milioni

di Pierluigi Frattasi

7
  • 167
È guerra sul pedaggio della Tangenziale. Il Comune di Napoli chiede al Governo giallo-verde di restituire alla città la quota degli incassi dai passaggi al casello che Tangenziale è tenuta a versare, come prevede la convenzione, ad Anas e allo Stato. Il problema è che si tratta di circa il 35% dei pedaggi pagati dai napoletani, pari a 5-6 milioni di euro all'anno, secondo le stime del Comune, che prende la direzione di Roma, invece di restare sul territorio partenopeo.

«Da due anni - spiega l'assessore ai Trasporti Mario Calabrese - con il sindaco e Tangenziale abbiamo intavolato un ragionamento per ridiscutere l'utilizzo dei pedaggi in città. Abbiamo chiesto e programmato una visita a Roma per settembre, in principio con il ministro Delrio, oggi con il successore Toninelli, visto che ogni anno circa 5-6 milioni di euro provenienti dai pedaggi tornano ad Anas e al ministero e non ci risulta che Anas abbia strade a Napoli. La nostra richiesta è che questi soldi possano essere utilizzati, invece, per le manutenzioni delle rampe di accesso alla Tangenziale e dei grandi assi viari, oggi entrambi a carico del Comune che non ha grandi possibilità economiche. Inoltre, abbiamo chiesto anche che le rampe di accesso passino a Tangenziale».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 12 Settembre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 12-09-2018 12:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-09-12 08:38:43
Questo tipo vuole soldi da chiunque ma poi che fine fanno visto lo squallore in cui versa la città adesso se la prende con la tangenziale l’unica strada degna di questo nome a Napoli guarda caso non gestita da lui.
2018-09-12 09:59:17
Sembrano, anzi lo sono, dei morti di fame in cerca di un tozzo di pane....Che squallore!
2018-09-12 10:21:23
Se non tocca all'anas allora non vanno dati. Detto ciò ma chi decise e quando che dovevano essere versati allo stato e all'ente Statale che fa il lavoro sporco al posto di Benetton che si incassa i dolsi netti?Una volta tanto mi piacerebbe che un articolo di giornale, non tutelasse sempre questo o quel partito politico, ma che facesse sempre i nomi, indicasse l'anno, la legge che ha permesso questo o quell'ingiustizia!Così i blog complottisti anche dicendo stiupidaggini hanno alzato le visualizzazioni. La gente ha bisogno di sapere i dettagli è stanca delle macro notizie, perché finsicono per sembrare tutte uguali, riducendo pertanto l'attenzione e lo stupore.Asmodeo
2018-09-12 10:55:43
alla ricerca dell'elemosina...ma tanto è tutta colpa del governo...grazie sindaco...si salvi chi può
2018-09-12 23:28:51
"Molto meglio i soldi a Roma che a Napoli. Almeno ci risparmiamo qualche altra festa o sagra". pazzesco commento che non so da quale ragionamento razionale sia uscito..e non è il solo. ha ragione da vendere storryes.

QUICKMAP