Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»

Papa Francesco: «Le migrazioni arricchiscono, anche Gesù fu profugo»
ARTICOLI CORRELATI
di Franca Giansoldati

CITTÀ DEL VATICANO «I migranti sono una risorsa, un arricchimento per la nostra società». Appelli, discorsi, omelie, interventi a braccio, messaggi, lettere. Sono centinaia le esortazioni a favore dei migranti che Papa Francesco in questi quasi 6 anni di pontificato ha rivolto ai governi, alle chiese, alle comunità e alle persone di buona volontà. Il Vaticano le ha raccolte in un libro che è stato presentato stamattina e diffuso in diverse lingue, a sottolineare la necessità da parte della Chiesa a non deflettere sulla linea dell'accoglienza e delle porte aperte. Le migrazioni per il pontefice sono un diritto.

«I movimenti umani,
pur generando sfide e sofferenze, stanno arricchendo le nostre
comunità , le Chiese locali e le società  di ogni continente». Ripete Francesco nella prefazione al volume intitolato «Luci sulle
 strade della speranza», e curato dalla
sezione migranti e rifugiati del Dicastero vaticano per lo 
Sviluppo umano integrale.

«Come la storia umana, la storia della salvezza è stata segnata da 
itineranze di diverso genere - migrazioni, esili, fughe, esodi - tutte 
comunque motivate dalla speranza di un futuro migliore altrove. E 
anche quando l’itineranza è stata introdotta con intenzioni criminali 
- scrive Bergoglio nella prefazione del volume Luci sulle strade della 
speranza a cura della sezione Migranti e rifugiati del dicastero per 
lo Sviluppo umano integrale - come nel caso della tratta, non bisogna 
lasciarsi rubare la speranza di librazione e riscatto».  
Giovedì 17 Gennaio 2019, 12:12 - Ultimo aggiornamento: 17-01-2019 18:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-01-17 17:10:39
Da quello che leggo, capisco che sul tema dell'immigrazione c'è una grande lacuna culturale ossia ignoranza. Probabilmente non tutti sanno che sono almeno 20 i milioni di italiani che, circa 100 anni fa si imbarcarono su vere e proprie carrette del mare, spendendo gli utlimi risparmi di una vita di stenti per dormire all'addiaccio sui ponti delle navi e arricchendo le società di navigazione allora esistenti: essi emigrarono in America del Nord e del Sud in cerca di lavoro per una vita veramente vivibile. Infatti anche alla fine dell'800 fece la sua prima comparsa la xilella in Puglia che, oltre a ridimensionare i raccolti delle ulive (e quindi dell'olio) spinse quei contadini a lasciare l'amata terra; lo stesso effetto ebbe la siccità in Sicilia e, al contrario, le inondazioni del Po. Il terremoto di Messina del 1908 diede il colpo di grazia alla zoppicante economia del la Calabria. A queste catastrofi naturali si aggiunse quella della Grande Guerra (1914-18) con tutte le problematiche connesse.
2019-01-17 18:07:18
Lei dice bene che anche gli italiani emigrarono nelle Americhe, ma anche lei ignora che per andare in Brasile, Uruguay, Stati Uniti etc bisognava che qualcuno colà residente facesse per i singoli emigranti il famoso "atto di richiamo" e che quel qualcuno si impegnasse a dare vitto ed alloggio ai "richiamati" fino a quando non trovassero adeguato lavoro. E questo glielo dico per esperienza diretta avendo avuto parenti che negli anni 50 emigrarono in Brasile.
2019-01-17 17:05:07
almeno sta volta ha detto la verità, l'immigrazione arricchisce, si ma tutti quelli che ci magnano sopra coop rosse, vaticano, ong, etc...
2019-01-17 16:17:02
Infatti quelli di Castelvolturno sono ricchissimi! Se i migranti fossero stati accolti bene, se fosse stato dato loro quella dignità minima di persone e non una accoglienza in modo semplicistico e disorganizzata ai limiti della vergogna oggi non ci sarebbe il razzismo. Il potere che oggi ha Salvini glielo ha regalato Renzi, Boldrini, De Magistris, Pratoianni, Bersani & co con le loro teorie sballate sull'immigrazione. Se la gente sta bene e vive bene non ingrossa le fila della prostituzione, degli spacciatori di droga.
2019-01-17 15:02:00
oramai la gente non celà fa più , sono saturi non vogliono altri disperati per le strade che violentano ragazzine e spacciano. I fessi non sono stati rieletti ora cè Salvini fortunatamente

QUICKMAP