In fuga dalla polizia, lo schianto
in auto di quattro uomini dell'Est

ARTICOLI CORRELATI
di Marilù Musto

4
  • 4926
Targa sospetta, a bordo dell'auto ci sono cinque persone. Strano, molto strano. Scatta l'inseguimento della polizia del commissariato di Telese, ma l'epilogo è drammatico: la vettura tallonata finisce contro un tir. E l'incidente miete vittime. Quattro i morti, un ferito. Sono tutti gli occupanti della Skoda inseguita dalla volante di Telese, impegnata in un servizio di controllo del territorio per evitare furti e rapine. È successo alle ore 19, circa, di ieri, lungo la Statale Telesina 372, all'altezza del Comune di Alvignano, nel Casertano.

Si tratta di quattro uomini dell'Est, di un'età compresa fra i 20 e 50 anni. Questo il primo identikit delle vittime, ma in realtà, i cadaveri sono «irriconoscibili» agli occhi degli inquirenti che eseguono i rilievi. La forza dell'impatto contro l'autoarticolato avrebbe sbalzato due uomini fuori dalla Skoda: uno è finito sotto al tir, l'altro nei pressi di un cavalcavia. Il primo era distante almeno dieci metri dalla macchina. Quando sono arrivati i soccorsi erano già cadaveri. Gli altri due sono morti fra le lamiere. È stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Caserta per estrarre i corpi. Un quinto occupante della vettura è ricoverato al «San Pio» di Benevento in condizioni gravi. Nell'eterna «guerra» fra guardie e ladri, c'è chi muore. Sintomo che la richiesta di sicurezza da parte del territorio è pressante. Un mese fa, a perdere la vita è stato un carabiniere di Caserta. Le forze dell'ordine reagiscono.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 18 Gennaio 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 18-01-2019 10:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-01-18 11:33:32
Francamente non ci vedo alcun nesso tra l'espansione dell imprenditoria italiana in quei paesi con l'importazione di criminali da quei paesi a qui: credo che il problema principale sia quello che qui in galera ci va ben poca che gente che lo meriterebbe e ciò, ovviamente, incentiva i criminali stranieri a stabilirsi qui dove si può liberamente campare di espedienti e farla franca grazie alle leggi un po' troppo garantiste
2019-01-18 13:21:05
Per Sancia. I delinquenti sono delinquenti e vanno condannati per quel che fanno con la galera certa fino all'ultimo giorno di condanna. Detto ciò dico che sono due cose diverse: la delinquenza va combattuta senza distinzione di colore e di nazionalità come va combattuta anche l'immigrazione illegale.
2019-01-18 10:31:41
La criminalità dell'Est Europa è il pedaggio che dobbiamo pagare,per l'espansione dell'imprenditoria italiana(innanzitutto Veneta),che in quei paesi trova manodopera a buon mercato.Secondo gli ultimi dati disponibili sono centinaia le imprese italiane traslocate in quei paesi.
2019-01-18 09:46:57
Cosa fa Salvini? Attento a tuonare contro chi arriva dal mare, accusando i migranti di tutti i nostri mali, fa finta di non accorgersi di tutti questi giganti nullafacenti , di giorno, che si aggirano nelle strade e nei bar. E crescono a dismisura. Ma per Salvini, nulla, non esistono, sono bianchi e perfetti. Intanto hanno messo a ferro e a fuoco le nostre vite.

QUICKMAP