Sanremo, il parroco pro Salvini: «No a Mahmood, sono sovranista»

di Pasquale Pallotta

8
  • 1758
«La canzone di Mahmood non si può sentire... vergognosa». Non sono solo canzonette. Così, dopo aver polemizzato con Famiglia Cristiana, rea di aver attaccato Matteo Salvini, guadagnando la ribalta nazionale, don Salvatore Picca, parroco di San Martino Valle Caudina, dice la sua, anche sul vincitore del festival di Sanremo. E' in Australia, a casa tornerà il dieci di marzo, ma, di certo, non manca di seguire le cose italiane. Non solo le segue ma non si esime dall'esprimere il suo pensiero che, spesso, provoca divisioni.
E, da prete social, affida il suo pensiero a facebook.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 12 Febbraio 2019, 08:23 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2019 09:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 8 commenti presenti
2019-02-12 12:24:26
l'idiozia regna sovrana anche tra i ministeri del clero. papa francesco faccia pulizia in casa perchè ,temo, non sia un caso isolato.
2019-02-12 12:09:35
sentivamo la mancanza di un uomo di chiesa!!!! chissà se gesù era sovranista anche lui?????
2019-02-12 14:51:04
molti dimenticano che Gesù veniva dalla Palestina. Santo Antonio Abate era un immigrato, veniva dall'Egitto; oggi che cosa avremmo fatto lo avremmo rispedito al suo paese? il popolino, ignorante, pensa che gli africani siano tutti cavernicoli, zulù..... e non si accorgono che ce ne sono tanti in Italia.

QUICKMAP